Sampdoria e Bologna show, Belotti lancia il Toro

88
© foto www.imagephotoagency.it

Risultato e sintesi delle gare di Serie A 2016-17, si sono giocate per la tredicesima giornata sia Sampdoria – Sassuolo all’ora di pranzo sia Bologna – Palermo che Crotone – Torino nel pomeriggio

Oltre alle gare di ieri con le vittorie di Chievo, Napoli e Juventus, si sono giocate sei sfide di Serie A tra l’ora di pranzo e il pomeriggio di domenica 20 novembre; le sintesi di Atalanta – Roma, Empoli – Fiorentina e Lazio – Genoa le trovate a parte, concentriamoci su Sampdoria – Sassuolo, Crotone – Torino e Bologna – Palermo.

SAMPDORIA 3-2 SASSUOLO – Una partita da mille emozioni quella del Ferraris giocata alle 12.30, il Sassuolo aveva la vittoria in mano a dieci dalla fine sopra di due gol ma ha clamorosamente perso perché la Sampdoria ha tirato fuori orgoglio e qualità. Nel primo tempo le due squadre si equivalgono ma la Sampdoria con Bruno Fernandes e Quagliarella ha delle occasioni importanti, sempre sventate dalla difesa emiliana (nel caso del portoghese clamoroso errore a porta quasi vuota). Nella ripresa sale in cattedra il Sassuolo e in dieci minuti mette dentro due gol: al 64′ Ragusa crossa da destra e trova Ricci sotto porta, tap-in e vantaggio; la Samp è scossa e al 73′ prende il 2-0 con Ragusa, che sullo scatto brucia Sala e trafigge Puggioni. A partita quasi finita la Sampdoria compie una rimonta assurda, prima all’84’ Quagliarella segna dopo un tiro sul palo e poi all’85’ è Muriel a pareggiare da solo di fronte a Consigli su una bella imbeccata dell’ex Toro. Il gol del 3-2 arriva su rigore al 91′ con Muriel che si prende il fallo e realizza per i tre punti.

BOLOGNA 3-1 PALERMO – La gara si sblocca con un errore assurdo di Gastaldello, che al 10′ traccheggia con il pallone al limite dell’area e non si rende conto dell’arrivo di Bruno Henrique, il brasiliano ruba palla e serve Nestorovski per il più semplice dei gol a porta vuota. Altri dieci minuti e Mattia Destro fa vedere che con lui è tutto un altro Bologna: cross di Viviani da destra, Cionek si perde la marcatura e l’ex milanista salta indisturbato battendo Posavec con una bella torsione. La partita è piuttosto tesa e anche i nervi sono a fior di pelle, il Bologna ci prova più spesso del Palermo ma in maniera confusionaria, i rosa invece vivono di giocate estemporanee e subiscono il 2-1 a metà ripresa quando al 67′ Dzemaili fa secco Posavec con un tiro preciso dopo una bella azione degli emiliani. Federico Viviani poi prosegue la sua guerra al Palermo, il centrocampista aveva segnato l’ultimo gol proprio ai siciliani e stavolta mette dentro il 3-1 con una punizione sul palo del portiere. Finisce così una partita tutto sommato divertente.

CROTONE 0-2 TORINO – Molto equilibrio allo Scida, ci prova subito Falque a spezzarlo con un tiro di sinistro che finisce alto. Per trovare un’altra palla gol degna di tale nome bisogna arrivare alla mezz’ora quando Joe Hart disfa e fa: prima sbaglia il passaggio e dà palla a Trotta, poi esce benissimo e compie un prodigio sul tiro dell’ex avellinese. Stesso destino per un tiro di Falcinelli, il centravanti crotonese si beve un difensore ma arriva a calciare con la palla troppo lontana dal corpo e al 40′ Hart è ancora decisivo. La partita è orrenda, il Torino gioca male e il Crotone prova a vincerla ma senza pungere i piemontesi, che nel nulla cosmico riescono a tirar fuori qualcosa di buono: all’80’ Ljajic taglia il campo e verticalizza per Belotti leggermente in offside, l’arbitro lascia correre e il Gallo con il sinistro accarezza sotto la pancia di Cordaz per l’uno a zero. Falcinelli ha la chance per il pari un minuto dopo, l’attaccante tira di testa mentre viene vistosamente trattenuto ma Hart mette in corner. Il Gallo però canta ancora al 44′ del secondo tempo con un altro gran sinistro dal limite e segna lo 0-2 che chiude il match.

Condividi