Capello e Lippi, il flop degli ex Juve in Cina

capello
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Capello e Marcello Lippi flop in Cina: il primo ha lasciato lo Jiangsu, il secondo attraversa un momento difficile con la Nazionale

Flop cinese per Fabio Capello e Marcello Lippi. Il primo si è separato consensualmente dallo Jiangsu Suning, alla cui guida era da quasi un anno. Dopo la salvezza della scorsa stagione, quest’anno l’allenatore friulano non ha proseguito con buoni risultati, arrivando ad un addio con stretta di mano al club di Suning. Come scrive Libero, i rapporti tra Capello e il club erano ormai logorati da tempo, così come per Walter Sabatini a causa delle continue limitazioni alle trattative di mercato, già complicate dagli obblighi di Fair Play Finanziario e dalle regole del governo cinese.

Non è un bel momento anche per Marcello Lippi, che alla guida della Nazionale cinese ha mancato la qualificazione ai prossimi Mondiali. Nelle ultime due amichevoli, poi, ha incassato addirittura 10 gol: 0-6 col Galles e 4-1 con la Repubblica Ceca. Adesso per Lippi, il prossimo obiettivo è risollevare la Cina in vista della Coppa d’Asia, in programma nel 2019 negli Emirati Arabi. Capello e Lippi, che fino al 2006 e all’era pre-Calciopoli erano gli allenatori più vincenti d’Europa, si trovano a fare i conti con risultati poco lusinghieri. Dopo 10 anni nessuno dei due ha rimesso in bacheca trofei rilevanti: a consolarli, gli ingaggi d’oro che stanno percependo. Il friulano guadagna 10 milioni dallo Jiangsu, il viareggino addirittura 20 dalla Federazione cinese, una cifra che ne fa l’allenatore più pagato al mondo.