Causio sicuro: «Chiesa deve fare il salto di qualità. Sarà la stagione di Muriel e Costa»

Causio sicuro: «Chiesa deve fare il salto di qualità. Sarà la stagione di Muriel e Costa»
© foto www.imagephotoagency.it

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Franco Causio ha detto la sua sulla stagione ormai ai nastri di partenza

Quando si parla di ali non si può che interpellare chi, di questo ruolo, ha scritto pagine e pagine indelebili. Franco Causio ha parlato sulle colonne della Gazzetta dello Sport della stagione ormai ai nastri di partenza e delle ali che militano in Serie A. Le sue parole.

ZANIOLO – «Zaniolo ha talento. Questo è evidente. Però mi è dispiaciuto per il comportamento che ha avuto agli Europei. Tra l’altro mi dicono che non è la prima volta che sbaglia atteggiamento. Per carità, un giovane può commettere qualche errore. Deve trovare, come successo con me, un Boniperti che lo educhi».

CHIESA – «Senza nulla togliere alla Fiorentina è arrivato per lui il momento del salto di qualità. Nella Juve lotterebbe per lo scudetto, per la Champions. Chiesa sarebbe obbligato a migliorarsi. Le sfide europee, in questo senso, sono fondamentali. Capello qualche volta dice delle cose giuste. Il campionato italiano non sempre è allenante»

BERNARDESCHI «Il ragazzo ha dei numeri. Ma non deve accontentarsi. Deve avere l’ambizione di crescere. Di diventare ancora più forte. Nella Juve ci sono altri esterni d’attacco interessanti. Cuadrado è una sicurezza. E poi c’è il brasiliano»

DOUGLAS COSTA – «Mi piace. Ha dribbling, esplosività. Vede la porta. Gli infortuni hanno frenato la sua esplosione. Ma il brasiliano ha tutti i colpi ed è un calciatore di statura internazionale. Non mi sorprende che Sarri lo abbia indicato come uno dei suoi uomini di qualità. Può essere una delle sorprese del campionato»

MURIEL – «Muriel può diventare un’ala imprendibile. Con la cura dimagrante che gli imporrà Gasperini e con l’atteggiamento sempre molto aggressivo dell’Atalanta può fare la differenza. In serie A e anche in Champions».