Conferenza stampa Liverani: «La Juve vorrà chiuderci e mettere il match in discesa»

Lecce Liverani
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Liverani: le parole del tecnico del Lecce alla vigilia della sfida contro la Juventus. Le sue parole

Fabio Liverani, allenatore del Lecce, ha parlato alla vigilia della sfida di domani contro la Juventus. Ecco le sue dichiarazioni

BARAK – «E’ recuperato. Viene da 15-20 giorni di inattività e dobbiamo essere cauti, vedremo quale minutaggio è fattibile per lui».

LA FORMAZIONE – «Giocare ogni 3 giorni non è un vantaggio, l’ho già detto. Per noi è molto dura, l’elenco degli indisponibili è lungo perché se togli 5-6 giocatori a una squadra che ha 20 calciatori, capisci che è difficile fare dei cambiamenti ma cercherò di mettere in campo una squadra equilibrata e di fare una partita attenta».

IL MILAN – «Quando si gioca ogni 3 giorni bisogna pensare a quella dopo, non bisogna guardarsi indietro. L’abbiamo valutato con lo staff e faremo gli accorgimenti. La squadra mi conosce e sa quanto io li stimi e sa quanto io debba a volte toccare le corde giuste per stimolarli. Per mantenere la categoria dobbiamo fare qualcosa di straordinario. Il morale dopo una sconfitta in casa per 1-4 non può essere alto».

BABACAR – «Le disposizioni che faremo a Torino verranno valutate domani perché quando si gioca così si fanno valutazioni fino all’ultimo. Diventa difficile fare delle valutazioni sulla formazione al momento».

MODULO – «C’è una possibilità ma più del modulo contano gli uomini. Rossettini dopo il lockdown ha avuto anche un problemino fisico, ha saltato alcuni allenamenti, ma è una possibilità».

LA JUVE – «Vive per vincere sempre e comunque. Sarà una Juve che vorrà chiuderci, mettere la partita in discesa sin da subito perché hanno la qualità per farlo. Noi dobbiamo essere bravi a creargli qualche difficoltà, ovvero essere compatti, non concedergli palle tra le linee perché sono bravi negli scambi, dobbiamo farli giocare sporchi e non come vorrebbero loro».