Coronavirus, Keita Balde: «È difficile non giocare»

Iscriviti
Keita Balde
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante del Monaco Keita Balde ha parlato dell’emergenza Coronavirus: «È difficile non giocare»

Keita Balde ha parlato dell’emergenza Coronavirus: «È difficile non giocare. Il calcio, le partite, gli allenamenti ci mancano. L’allenatore e tutto lo staff sono in costante contatto con i giocatori. Ci inviano programmi specializzati ogni settimana, ma anche programmi nutrizionali. Attualmente cerco di fare del mio meglio per rimanere in forma con le attrezzature che ho a disposizione».

«Sostegno al Senegal? Lo stiamo facendo col cuore ma anche con mezzi finanziari. Ho anche fatto donazioni a un’associazione italiana, con sede a Milano. È un momento difficile per tutti, quindi cerchiamo di aiutare il più possibile le persone bisognose», ha concluso l’attaccante ai microfoni di Monaco Info.