Gosens ammette: «Complimenti alla Bundesliga per la ripartenza, in Italia siamo invidiosi»

Gosens
© foto www.imagephotoagency.it

Robin Gosens ha parlato alla Bild facendo i complimenti al calcio tedesco per come sia riuscito a ripartire subito

Robin Gosens ha parlato alla Bild facendo i complimenti alla Federcalcio tedesca per essere riuscita a rimettere in moto in poco il calcio. Queste le parole dell’esterno dell’Atalanta.

ALLENAMENTI INDIVIDUALI«È stato bello ritrovarsi, bello vedere le acconciature dei compagni: i parrucchieri qui sono ancora chiusi, alcuni si sono fatti tagliare i capelli dalle loro compagne, e si vede… Altri invece non hanno osato, e si è visto anche questo…».

BUNDESLIGA – «E io alle 15,30 guarderò Borussia Dortmund-Schalke 04. Non si può che togliersi il cappello nel vedere come la DFL sia riuscita in poco tempo a riavviare la macchina del calcio: in Italia c’è un po’ di invidia, perché tutti noi vogliamo tornare in campo. Qui l’ipotesi è ancora lontana e in Germania stanno già ricominciando. Anche se giocare a porte chiuse non è certo il massimo».

NAZIONALE TEDESCA – «La DFB in questo momento ha certamente altri problemi da risolvere, ma appena si riprenderà a giocare spero di essere vicino a questo traguardo come lo ero prima dello stop: vorrei davvero che questo sogno diventasse presto realtà».

NAZIONALE OLANDESE – «Sono cresciuto a 500 metri dal confine olandese, ho la doppia cittadinanza e anche con l’Olanda ho un legame emotivo. Sono due cuori che battono nel mio petto. La mia decisione non sarebbe così scontata: se il c.t. olandese Ronald Koeman mi chiamasse per primo, non potrei dirgli subito no».

LINGUAGGIO SEGRETO – «Quella sera Gasperini non usò un linguaggio segreto per evitare di farsi ascoltare, nel silenzio, dagli avversari: ci fidammo della barriera linguistica. Ma se giocare così diventerà un’abitudine, immagino che ci inventeremo qualcosa. Che senso ha se l’allenatore cambia qualcosa e l’altra squadra lo può capire subito».