Paratici a Dubai con Mendes: è la volta per James Rodriguez?

Paratici a Dubai con Mendes: è la volta per James Rodriguez?
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus sonda ancora il terreno per James Rodriguez: il colombiano, in prestito dal Real Madrid al Bayern Monaco, non sarà riscattato. Paratici e Mendes ne discuteranno

Il viaggio di Fabio Paratici a Dubai in questi giorni, è tutto meno che casuale: non soltanto la presenza ai Globe Soccer Awards (in cui sarà premiato Cristiano Ronaldo come miglior giocatore della passata stagione), ma pure – nemmeno a dirlo – le ragioni di mercato. Il direttore sportivo della Juventus, infatti, nelle prossime ore incontrerà negli Emirati Jorge Mendes (agente di Ronaldo, pure lui tra i premiati come miglior procuratore della passata stagione) per discutere degli spiragli apertisi nelle ultime settimane in riferimento alla situazione di James Rodriguez al Bayern Monaco. Il fantasista colombiano, in prestito dal Real Madrid, dovrebbe essere riscattato dai tedeschi entro il 15 giugno prossimo: un bel probelma, considerato che il James è al momento fermo per infortunio (rottura parziale del legamento del ginocchio) e non si sa ancora quando tornerà.

Da qui la decisione da parte del Bayern di prendere tempo e – quasi sicuramente – non sborsare i 42 milioni richiesti da contratto dal Real per il giocatore. La Juve, che da tempo ormai è tra le maggiori estimatrici di Rodriguez, starebbe provando ad esplorare la possibilità di un inserimento: il Real è disposto a trattare eventualmente, ma soltanto al prezzo stabilito in precedenza col Bayern. A sbrogliare la situazione potrebbe essere un pronto intervento di Mendes, ma si tratta al momento soltanto di una possibilità. Anche perché, in tema di fantasisti, la Juve starebbe continuando a sondare il terreno con il Real Madrid anche per un altro giocatore: Isco. Se ne può parlare.