Lippi esalta la Juve: «Comanda lei. Allegri sopraffino, critiche ingiuste»

marcello lippi
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Marcello Lippi su Ajax-Juventus ma anche su Juve-Atletico, Cristiano Ronaldo e Massimiliano Allegri

Marcello Lippi, ex allenatore della Juventus, ha parlato alla Gazzetta dello Sport, commentando il sorteggio dei quarti di finale di Champions League: «Che cosa posso dirle di nuovo su Juve-Ajax? Che la Juve è favorita? Ma che non deve sottovalutare il rivale? E che se gioca da Juve vince? La verità è che la Juve, come le altre grandi, decide lei che partita sarà. L’avversario, in questi casi, non importa. L’Atletico è superiore all’Ajax, ha fatto due finali di recente, è secondo in campionato. Però, al ritorno, la Juve ha fatto la Juve e allora non ce n’è stata per nessuno. Ha comandato. Chi può battere una squadra così?».

Lippi ha elogiato Cristiano Ronaldo e Massimiliano Allegri: «Sì, Ronaldo è stato meraviglioso. Ma se non sbaglio arrivava da un periodo di critiche, no? Appena gli altri hanno giocato da Juve, lui si è esaltato ed è stato immenso. Ha avuto bisogno degli altri per fare il fenomeno. Allegri? Lui ha vissuto una serata fantastica. Ha fatto scelte tattiche sopraffine, cominciando da Emre Can in difesa. È stato saggio e spregiudicato, bravo a puntare su giovani come Spinazzola. Perfetto alla fine. Si può discutere un allenatore così?».