Semplici difende la Juve: «Non ha falsato la lotta salvezza, aveva 9 nazionali in campo»

Semplici difende la Juve: «Non ha falsato la lotta salvezza, aveva 9 nazionali in campo»
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Leonardo Semplici dopo la storica vittoria della Spal contro la Juventus. Il tecnico risponde alle critiche

Grandi polemiche nelle zone basse della classifica per la vittoria della Spal contro la Juventus. Seconda sconfitta per i bianconeri, scesi in campo con una formazione a dir poco rimaneggiata, con il 2001 Gozzi, il ’98 Kastanos e il 2000 Kean e con 9 titolari lasciati a Torino. Leonardo Semplici, allenatore della Spal, ha parlato a Radio Anch’io – Lo Sport ed è tornato sulle polemiche per la formazione schierata sabato dalla Juventus: «Dovevamo essere impeccabili contro la Juve e siamo contenti della vittoria. Polemiche? Nella formazione della Juve vedo 9 nazionali, più Bernardeschi che è entrato nel secondo tempo. Hanno poco a che fare con le ultime squadre del campionato, ci sono molti giocatori che è difficile poter battere con facilità. Il momento ha potuto favorirci ma non di certo la formazione schierata da Allegri perché in campo non c’erano degli ingenui».

Prosegue Leonardo Semplici: «Se poi vogliamo mettere in discussione che i calciatori presenti in campo siano peggiori di quelli che lottano per salvarsi, possiamo dire tutto. Non è la prima volta che una piccola vince contro una grande, succederà anche in futuro. Non è un caso isolato, nove volte su dieci vincono sempre le grandi, però nel calcio italiano succede che le piccole battano le grandi, quando succede vuol dire che la grande non è al 100% ma non vedo questi scandali particolari. Può essere un vantaggio affrontare una Juve non super concentrata anche perché quando queste squadre giocano al massimo poi non perdono mai».