Connettiti con noi

Hanno Detto

Spezia, Thiago Motta: «Insoddisfatti per come è andata. Mourinho un amico»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Thiago Motta, allenatore dello Spezia, ha parlato dopo la vittoria della Roma contro la sua squadra: ecco le sue dichiarazioni

Ai microfoni di DAZN, Thiago Motta ha parlato dopo Roma-Spezia.

PARTITA – cSiamo insoddisfatti tutti. Ho parlato con i vostri colleghi, abbiamo trovato una squadra forte ma potevamo fare di più, restare in partita, evitare gli angoli evitabili e giocarcela fino all’ultimo. Era una buona opportunità e non l’abbiamo sfruttata».

SOFFERENZA IN PANCHINA – «Apprezzo il lavoro di oggi di portare una squadra come la nostra a lottare e combattere contro un’altra squadra forte, che lotta per restare in Europa. Questo mi fa alzare tutte le mattine, il credere che, anche se si gioca all’Olimpico o con altre squadre forti possiamo giocarcela. Dobbiamo essere in grado di attaccare, difendere, gestire la partita con o senza palla. Questo è il mio obiettivo, la mia sfida e non smetterò finchè non riusciremo a farlo».

PAROLE DI MOURINHO – «La pazienza ce l’abbiamo tutti, per questo abbiamo scelto questo lavoro. Ci mettiamo voglia, impegno. Dobbiamo trasmettere quello che abbiamo imparato ai nostri giocatori perchè siano loro i protagonisti. Proverò sempre a dare il mio meglio perchè siano i miei ragazzi i protagonisti».

MOURINHO – «Bello ritrovarlo prima e dopo la partita, non quando abbiamo giocato. Ispirazione non solo per me, ma anche per i miei colleghi. E’ un amico».

QUALITA’ MANCANTE – «Vedendo chi abbiamo di fronte e le altre che abbiamo affrontato fin qui, esiste una differenza che possiamo però ridurre solo con la voglia giusta, con l’aiuto con e senza palla e cercare di portare la partita a favore. Oggi non è stato così, abbiamo iniziato timorosi. Prendere il primo gol così fa molto male. Dobbiamo continuare e credere di più in quello che facciamo, possiamo giocarcela fino alla fine contro tutti».