Torino, sliding doors Verdi. La Samp lo voleva, adesso la affronta

Torino, sliding doors Verdi. La Samp lo voleva, adesso la affronta
© foto www.imagephotoagency.it

Torino, la partita con la Sampdoria poteva assumere per Verdi un significato diverso. Di fronte le due squadra che l’hanno tanto inseguito

Sampdoria-Torino, per Simone Verdi, poteva essere una partita dal sapore ben diverso. L’estate del fantasista lombardo è stata piuttosto travagliata e si è risolta solamente negli ultimi minuti di mercato. Le due squadre, che domenica a Marassi si daranno battaglia sul campo, sono state per tanti mesi dirette concorrenti per accaparrarsi il giocatore. L’ex Napoli è andato ad un passo dallo sposare la causa blucerchiata. Il presidente Ferrero, nonostante le trattative per la cessione del club, era arrivato ad offrire una cifra importante vicina ai 20 milioni di euro.

Al rifiuto della dirigenza partenopea, l’imprenditore si è chiamato fuori. Ed è stato a quel punto che Bava, nelle ultime ore di mercato, ha piazzato la zampata vincente per assicurarselo. Tra meno di due giorni le compagini si affronteranno, con Verdi pronto a difendere i colori granata. Sarebbe potuto essere al contrario, ma il destino ha chiaramente voluto così. Adesso Mazzarri ha l’occasione (se non la necessità) di farlo debuttare dal primo minuto proprio contro il club che tanto lo ha inseguito durante i mesi precedenti e, chissà, che non possano essere proprio i blucerchiati la primissima vittima. A quel punto, forse, un sorriso amaro Ferrero lo mostrerà.