Come vedere Belgio-Tunisia in streaming e in diretta tv

Belgio-Tunisia, seconda giornata girone G Mondiali Russia 2018: le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Belgio-Tunisia è la partita valida per la seconda giornata del gruppo G dei Mondiali di Russia 2018: il match è previsto oggi – sabato 23 giugno 2018 – alle 14 (ora italiana) presso l’Otkrytiye Arena (meglio noto come Spartak Stadium) di Mosca, il secondo impianto della capitale dopo il Luzhniki (sede della partita inaugurale e della finale) situato nel nord della megalopoli russa. Le due selezioni si sfidano in attesa dell’altro incontro del girone, quello tra Inghilterra e Panama, programmato per ventiquattro ore più tardi a Nizhny Novgorod. Il Belgio, reduce dalla nettissima vittoria di lunedì scorso 3 a 0 (gol del napoletano Dries Mertens e doppietta di Romelu Lukaku) contro l’indifesa Panama, è chiamato a chiudere i conti della qualificazione agli ottavi di finale in vista della grande sfida dell’ultima tornata con l’Inghilterra. Dall’altra parte invece la Tunisia, che proprio contro gli inglesi lunedì sera era stata beffata in pieno recupero (1 a 2, doppietta di Harry Kane e gol di Ferjani Sassi), chiamata ad una missione sulla carta quasi impossibile: battere i Diavoli Rossi e sperare ancora nel passaggio del turno.

Belgio-Tunisia verrà trasmessa a partire dalle ore 14 in diretta in chiaro sulle frequenze di Italia 1 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD), ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI BELGIO-TUNISIA 


Belgio-Tunisia: probabili formazioni

QUI BELGIO – In linea teorica il commissario tecnico Roberto Martinez dovrebbe confermare la stessa formazione già vista in campo ottimamente contro Panama nel solito 3-4-2-1 (in fase offensiva praticamente un 3-4-3 mascherato). Difficile dunque che ci sia spazio per novità, considerando le condizioni fisiche non ancora ottimali in difesa del capitano Vincent Kompany e di Thomas Vermaelen, che si dovrebbero accomodare in panchina lasciando ancora il posto a Dedryck Boyata e Jan Vertonghen. Sulle fasce confermati sia Yannick Ferreira-Carrasco che Thomas Meunier, così come in mezzo ci sarà ancora spazio per l’ottimo Kevin De Bruyne affiancato da Axel Witsel, a meno che Martinez non decida di dare un’opportunità dal primo minuto all’oggetto del desiderio di calciomercato dell’Inter Moussa Dembelè. In avanti confermatissimo il trio composto da Eden Hazard e Mertens alle spalle dell’unica punta Romelu Lukaku, giocatore dall’impatto sin qui devastante sul Mondiale.

QUI TUNISIA – Il modulo del tecnico Nabil Maaloul dovrebbe essere il solito: il 4-2-3-1 che contro l’Inghilterra ha però messo in mostra la propria natura prettamente difensiva. Potrebbe esserci qualche novità in termini di uomini: per esempio Dylan Bronn, schierato contro l’Inghilterra da ala, dovrebbe tornare nella sua consueta posizione di esterno destro alto della difesa prendendo il posto dell’esterno basso Fakhreddine Ben Youssef, che a sua volta potrebbe essere spostato invece a centrocampo o, ancora meglio, in avanti, in una posizione a lui più congeniale. Dietro l’unica punta Wahbi Kazhri – confermata – allora ci saranno di sicuro Naim Sliti a sinistra e Anice Badri al centro, lasciando poi l’altro posto a Fakhreddine Ben Youssef o, in alternativa, a Ellyes Shkiri, che in verità però dovrebbe trovare posto più logicamente nei due di centrocampo. In porta dilemma Mouez Hassen: l’estremo difensore si è infortunato contro l’Inghilterra, ma potrebbe recuperare in tempo per la sfida, altrimenti pronta l’alternativa Farouk Ben Moustapha.

PROBABILE FORMAZIONE BELGIO (3-4-2-1) – Courtois; Alderweireld, Boyata, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, Carrasco; Mertens, E. Hazard; Lukaku. Allenatore: Martinez
PROBABILE FORMAZIONE TUNISIA (4-2-3-1) – Hassen; Bronn, Meriah, S. Ben Youssef, A. Maaloul; Sassi, Shkiri; F. Ben Youssef, Badri, Sliti; Khazri. Allenatore: N. Maaloul

hazard belgio mondiali 2018


Belgio-Tunisia: statistiche e curiosità

  • Quarta sfida complessiva tra Belgio e Tunisia, nelle precedenti tre una vittoria belga, una vittoria tunisina ed un pareggio
  • L’ultimo precedente è del 2014, amichevole a Bruxelles, con vittoria dei Diavoli Rossi 1 a 0 grazie ad un gol praticamente allo scadere di Mertens
  • Delle quattro sfide precedenti, una solo è ai Mondiali: fase a gironi di Giappone e Corea del Sud 2002, punteggio finale 1 a 1 (gol di Marc Wilmots e risposta di Raouf Bouzaiene). Quello ottenuto allora fu l’unico punto della Tunisia a quel Mondiale
  • Il Belgio non ha mai perso contro una nazionale africana nelle ultime tre partite giocate contro ai Mondiali ottenendo due vittorie e un pareggio (quello appunto contro la Tunisia nel 2002)
  • Nella fase a gironi dei Mondiali il Belgio non perde da ben dieci partite di fila: cinque pareggi e cinque vittorie (queste ultime consecutive fino ad oggi)
  • Tutte le ultime undici reti segnate dal Belgio ai Mondiali sono sempre arrivate nel secondo tempo
  • La Tunisia ai Mondiali non vince al contrario da dodici partite di fila (quattro pareggi e otto sconfitte), ovvero da quando battè il Messico in Argentina nel 1978 3 a 1. Quella vittoria tra l’altro coincise proprio con l’esordio della selezione nordafricana a un Mondiale
  • Solo una squadra ha una striscia di mancate vittorie in Coppa del Mondo peggiore della Tunisia al momento: la Corea del Sud, ferma a quattordici partite di fila senza mai vincere tra il 1945 ed il 1998. Non vincendo nemmeno contro Belgio oggi e contro Panama la prossima, la Tunisia la eguaglierebbe
  • La Tunisia ha il record del Mondiale: un gol finora segnato… con un solo tiro in porta
  • Romelu Lukaku ha segnato finora cinque gol tra Mondiali ed Europei con la maglia del Belgio, esattamente come Marc Wilmots. C’è solo un giocatore che ha fatto meglio nella storia belga: Jan Ceulemans, fermo a sei

Belgio-Tunisia: l’arbitro del match

L’arbitro di Belgio-Tunisia sarà l’americano Jair Marrufo, 41 anni, alla prima partita in assoluto del suo primo Mondiale (era stato a un passo dalle edizioni sia del 2010, sia del 2014, venendo scartato solo nelle preselezioni finali). Il fischietto statunitense di origini messicane in carriera non ha mai arbitrato né il Belgio, né la Tunisia, nel corso delle ultime qualificazioni russe però, nel girone americano, ha avuto modo di fischiare una volta Panama, altra squadra del girone, contro la Costa Rica (0 a 0). In passato ha anche arbitrato in Copa America nel 2016 ed in Gold Cup (la coppa centroamericana) nel 2015, nel 2013, nel 2011 e nel 2009.


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: IL TABELLONE COMPLETO

Leggi anche: MONDIALI 2018: PROBABILI FORMAZIONI PRIMO TURNO