Calciomercato Juventus, le trattative della giornata: Higuain-Emerson, asse col Chelsea

Calciomercato Juventus, le trattative della giornata: visite per Ramsey, spunta l’idea Emerson
© foto Wikimedia Commons

Calciomercato Juventus, tutte le trattative bianconere della sessione invernale 2019 giornata per giornata

Un girone d’andata a ritmo di record in campionato e un’agevole qualificazione agli ottavi di finale in Champions League rendono la Juventus, in questa sessione invernale di mercato, decisamente più sensibile agli affari in prospettiva piuttosto che alle urgenze nell’immediato. I bianconeri in stagione viaggiano con il vento in poppa e, anche dal punto di vista degli infortuni, non lamentano gravi lacune da colmare: lo sguardo di Fabio Paratici e dei suoi collaboratori, allora, è già rivolto al futuro.

Calciomercato Juventus: venerdì nuovo incontro con gli agenti di Ramsey

Un orizzonte che arriva fino al mese di giugno per Aaron Ramsey, centrocampista di 28 anni che in estate andrà in scadenza di contratto con l’Arsenal. La Juventus ha monitorato a lungo la sua situazione e, a cavallo tra dicembre e gennaio, ha sferrato l’attacco decisivo. Perché manca ancora l’ufficialità, ma l’accordo tra le parti è stato raggiunto sulla base di un quadriennale da 6.5 milioni di euro (che possono arrivare fino ad 8 al raggiungimento dei bonus legati alle presenze) all’anno. Con buona pace del PSG, che a lungo aveva a sua volta corteggiato il giocatore.

Improbabile, invece, riuscire ad anticipare l’arrivo del gallese già a gennaio, a causa di un’eccessiva richiesta da Oltremanica: i Gunners per privarsi subito del centrocampista chiedono 22-23 milioni di euro, la Juventus non intende spingersi oltre i 10. Una prima parte delle visite mediche, intanto, è già stata effettuata a Londra nella giornata di domenica, mentre venerdì l’entourage di Ramsey e alcuni dirigenti bianconeri si incontreranno per limare gli ultimi dettagli.

Calciomercato Juventus: da Higuain ad Emerson Palmieri, asse bollente col Chelsea

Futuro tutto da disegnare, invece, quello di Gonzalo Higuain. Sempre più distante dal Milan e, forse, sempre più vicino al Chelsea. In estate l’attaccante argentino aveva accettato il progetto rossonero in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus (18+36 la formula dell’accordo tra le due società), un diritto che inizialmente pareva scontato ma che ora non lo è più. Uno spiraglio che vorrebbe sfruttare Maurizio Sarri per portare il Pipita a vestire di… Blues. Il tecnico ha già il gradimento del giocatore, cui è molto legato dagli anni a Napoli, ma ora va trovata una quadra tra le società: il Milan vuole avere in pugno un’alternativa prima di rinunciare al giocatore a metà stagione, il Chelsea per affondare il colpo deve aggirare le perplessità sull’operazione della plenipotenziaria Marina Granovskaia, la Juventus pretende di ottenere una cifra vantaggiosa per non incorrere in una minusvalenza.

Ma quello del Pipita non è l’unico nome a correre sull’asse che collega Torino con Londra, per quanto le due possibili operazioni non si intreccino tra loro. Un tragitto inverso rispetto all’argentino, infatti, potrebbe vedere presto protagonista Emerson Palmieri, pallino di Paratici da anni: i bianconeri hanno raccolto informazioni sull’ex Roma, nome in cima alla lista dei desideri nel caso in cui Spinazzola venisse ceduto in prestito a gennaio per permettergli di ritrovare il giusto smalto in una piazza dove giocare con continuità.

Calciomercato Juventus: Romero e Trincao i nomi d’attualità

Particolarmente caldi nelle ultime ore, poi, due fronti che conducono ad altrettanti talenti di prospettiva. Il primo risponde al nome di Cristian Romero, difensore centrale classe 1998 esploso nel girone d’andata del campionato con la casacca del Genoa. Che lo valuta tra i 20 ed i 25 milioni di euro, cifra che la Juventus confida di contenere per acquisire a titolo definitivo le prestazioni del talento argentino. Con l’intento di lasciarlo poi in prestito ai rossoblù fino al termine di questa stagione, se non addirittura anche per tutto il 2019/2020.

Potrebbe invece arrivare già nella corrente sessione di mercato Trincao, qualora Paratici trovasse la quadra con il Braga sulla formula del pagamento dell’attaccante portoghese classe 1999. In quello che si configura come il primo di tanti derby di mercato con l’ex mentore Marotta, altrettanto interessato al giocatore ora che cura gli interessi dell’Inter. La Juventus pare essere però nettamente in vantaggio, forte di un’offerta da 2 milioni di euro per il prestito di 18 mesi del giocatore più altri 13 per il futuro riscatto. E in virtù degli ottimi rapporti con Jorge Mendes. Nel caso, fino al termine della stagione, per il talento lusitano si schiuderebbero le porte della seconda squadra in Serie C.

Calciomercato Juventus: De Ligt, Isco, Marcelo e Pogba i sogni estivi

Ma alla Continassa si lavora sotto traccia anche per quelle trattative portanti che, per molteplici ragioni, non potranno che decollare a fine stagione. Gli occhi degli uomini di mercato bianconeri, in particolare, da diversi mesi si sono posati sul difensore centrale Matthijs De Ligt, già capitano dell’Ajax e punto fermo della Nazionale dell’Olanda nonostante i 19 anni appena. E’ lui l’obiettivo numero uno per rinforzare, e al contempo svecchiare, una retroguardia solida ma sempre più “anziana”.

Il sogno in mezzo al campo, invece, risponde al nome di Paul Pogba, vecchia e sempre affezionata conoscenza nell’ambiente bianconero. La trattativa con il Manchester United, in questo caso, si annuncia estremamente complessa, a maggior ragione senza più il possibile grimaldello del rapporto ormai logoro con Mourinho. Rapporto logoro anche quello tra il tecnico Scolari e due gioielli della collezione Real Madrid come Isco e Marcelo, scenario che ha creato frizioni nello spogliatoio delle merengues e alimentato l’interesse dei bianconeri per il trequartista iberico e per il terzino brasiliano. Anche in questo caso le operazioni sarebbero tanto esose quanto complicate, ma Paratici è pronto ad infilarsi nell’insenatura generata da eventuali “mal di pancia” dei giocatori in questione.

Calciomercato Juventus: Sturaro in uscita, Pjaca e Rogerio in bilico

Se la rosa della Juventus a gennaio pare non aver bisogno di particolari innesti, analogo discorso vale anche per le uscite. Moise Kean dovrebbe proseguire il suo apprendistato alla corte di CR7 e compagni per altri sei mesi, mentre Leonardo Spinazzola – in mancanza di un adeguato sostituto dal mercato in entrata – verrà trattenuto in contumacia dell’infortunio occorso a Cuadrado.  L’unico addio certo da registrare, allora, dovrebbe essere quello di Stefano Sturaro, che – dopo il prestito mai decollato allo Sporting Lisbona – prenderà la via di Genova. Dove a riaccoglierlo sarà quel Genoa che lo preleverà a gennaio in prestito con diritto di riscatto – valido per i prossimi 18 mesi – a circa 10 milioni di euro.

E un capitolo a parte lo meritano anche quei prospetti che, sempre sotto l’ala protettrice della Juventus, potrebbero cambiare destinazione nel corso della sessione invernale di mercato. Come Marko Pjaca, la cui esperienza alla Fiorentina sta vivendo più bassi che alti. I bianconeri potrebbero dirottare altrove l’esterno d’attacco croato, richiesto nelle ultime ore dal Besiktas, ma anche cedere alle lusinghe del Fulham che vorrebbe acquistarlo a titolo definitivo. O, ancora, riportarlo alla Continassa per compensare la lunga assenza per infortunio che interesserà Cuadrado. Discorso simile anche per Rogerio, uno dei prospetti più interessanti di casa Juve. Il terzino brasiliano, attualmente in forza al Sassuolo, ha catturato l’interesse tanto del Chelsea quanto del Wolverhampton, società che sembrano disposte a mettere sul piatto anche 20 milioni di euro pur di prelevarlo a titolo definitivo.

Calciomercato Juventus: i movimenti di gennaio dell’Under 23

Ma la Juventus, da questa stagione, ha un ulteriore fronte di mercato cui guardare. Nello specifico con l’attento sguardo di Filippo Fusco, neo direttore sportivo della seconda squadra in Serie C. In cerca, innanzitutto, di una punta di categoria in grado di risolvere il problema della penuria di reti ravvisato nella prima parte della stagione. In questo senso i sondaggi più convinti hanno riguardato il profilo di Benjamin Mokulu, attaccante belga-congolese classe 1989 in forza al Carpi. Un’incollatura più indietro, però, non tramonta la pista che porta ad Andrea Cocco, punta 32enne del Pescara. Possibile movimento in uscita, infine, per il fantasista cipriota Grigorios Kastanos: per lui, dopo aver rinnovato con i bianconeri fino al 2022, potrebbe concretizzarsi l’interesse del Parma per un prestito fino al termine della stagione.

Calciomercato Juventus: il tabellone della sessione invernale 2019

ENTRATE (-0 milioni):

USCITE (+0 milioni):

@DanieleGalosso