Toro, Berenguer ad un bivio: o gioca di più o torna in Spagna

Toro, Berenguer ad un bivio: o gioca di più o torna in Spagna
© foto www.imagephotoagency.it

Toro, Berenguer possibile partente per lo scarso utilizzo a causa del 3-5-2 di Mazzarri. Ma con la partenza di Soriano e la cessione in prestito di Edera…

Sempre molto movimentato il mercato del Toro di Urbano Cairo. In uscita ci sarebbe Álex Berenguer. L’ala di Pamplona è scontento dello scarso utilizzo in campionato. Infatti Berenguer ha giocato soltanto 23 minuti nelle ultime 8 partite, riuscendo però, soprattutto nell’ultima partita persa contro la Roma, a dare un contributo notevole. Lo scarso utilizzo dello spagnolo è dovuto al modulo di Mazzarri. Berenguer, esterno d’attacco, non trova spazio nel 3-5-2 classico dell’allenatore granata e le poche volte in cui è stato utilizzato come quinto di destra o di sinistra, è stato per la contemporanea assenza di De Silvestri e Ansaldi.

Sull’esterno granata si sono accese le sirene di tre club spagnoli: il Betis Siviglia, l’Osasuna (sua ex squadra) e l’Athletic Bilbao. La pista meno percorribile sarebbe quella di una cessione alla squadra basca, poichè nel contratto di trasferimento al Toro è stata inserita una clausola, imposta dall’Osasuna, che prevede un pagamento di 1.5 milioni alla sua ex squadra in caso di passaggio ai baschi del San Mamés. Il Torino, che ufficialmente non vorrebbe cedere lo spagnolo, si è detto disponibile ad accettare offerte che partono da una base di 6-7 milioni di euro.

Ma ora, con Roberto Soriano al Bologna e la probabile cessione in prestito di Edera (Parma e Chievo interessate), lo spagnolo potrebbe acquisire importanza nello scacchiere di Mazzarri, grazie alla sua innegabile duttilità. Infatti, potrebbe ricoprire il ruolo di terzino in una difesa a 4, di esterno di un centrocampo a 5 e di trequartista, qualora si presentasse l’occasione di un improbabile cambio di modulo.