Dybala in visita a Superga nell’anniversario della nascita di Mazzola

Dybala in visita a Superga nell’anniversario della nascita di Mazzola
© foto www.imagephotoagency.it

Paulo Dybala è tornato a Superga, uno dei luoghi simbolo di Torino. L’attaccante ha sempre dimostrato solidarietà al popolo granata

Quest’anno cade il settantesimo anniversario della tragedia di Superga e da qui al 4 maggio saranno sicuramente numerosi i tributi di tifosi e figure di spicco del mondo dello sport. Il dramma che ha visto protagonista il Grande Torino in quel lontano 1949 è una vicenda che va oltre i colori e la fede calcistica. Ma la basilica di Superga è anche un luogo magnifico, tappa obbligata per chiunque passi per Torino. Questo vale ovviamente anche per i campioni della Juventus.

Per Paulo Dybala Superga rappresenta uno dei suoi luoghi preferiti e lo ha dimostrato con la foto postata su Instagram insieme ad un amico, scattata proprio nei pressi della basilica. Un luogo speciale, che l’attaccante argentino visita spesso. La Joya non ha mai nascosto quanto lo affascini questo luogo, come aveva raccontato in una vecchia intervista: «Sono andato a vistare la lapide e ho provato dolore e profonda amarezza. In spagnolo la chiamiamo amargura. Ciò che è successo mi ha colpito molto». Un gesto di grande solidarietà da parte di Dybala, capace di scavalcare con facilità la barriera dei colori e il muro d’odio che spesso separa le tifoserie rivali.

L’attaccante juventino, d’altra parte, aveva già dimostrato grande partecipazione per quanto accaduto al popolo granata. Due anni fa, aveva regalato un altro omaggio ai cugini attraverso il messaggio: «Rivali sempre, nemici mai. Rispetto per gli Invincibili». Il periodo, del resto, è a suo modo particolare, perché il prossimo 26 gennaio cade l’anniversario della nascita di uno dei più grandi simboli di quella squadra, Valentino Mazzola.