Come vedere Francia-Australia in streaming e in diretta tv

Francia-Australia, prima giornata girone C Mondiali Russia 2018: tutte le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Francia-Australia è la partita che inaugura il gruppo C del Mondiale di Russia 2018 (l’altra – Perù-Danimarca – si giocherà poco dopo alle ore 18): l’incontro è previsto alle ore 12 italiane di sabato 16 giugno 2017 presso la Kazan Arena di Kazan (leggi anche: MONDIALI 2018: TUTTI GLI STADI – FOTO), nella Russia centrale. Una partita, quella tra i Blues allenati da Didier Deschamps ed i Socceroos dell’olandese Bert van Marwijk, che sulla carta ha già una favorita: la Francia si presenta ai nastri di partenza di questa Coppa del Mondo come grandissima favorita del torneo considerata soprattutto la rosa a disposizione (è la squadra dal maggior valore monetario della manifestazione sommando il costo di ogni singolo calciatore). L’Australia resta comunque un’avversaria parecchio ostica: la nazionale oceanica ha ormai una certa esperienza in fatto di Mondiali e – complici anche le soluzioni tattiche adottate nel corso degli anni da molti allenatori europei – ha alzato il suo livello complessivo rispetto a qualche anno fa pur non presentando al momento in rosa nessun giocatore di assoluto e conclamato livello internazionale.

Francia-Australia potrà essere seguita a partire dalle 12 in diretta in chiaro sulle frequenze di Italia 1 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre), ma non solo. La gara potrà essere seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset (a QUESTO indirizzo) ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 SEGUI LA DIRETTA LIVE DI FRANCIA-AUSTRALIA 


Francia-Australia: probabili formazioni

QUI FRANCIA – Non dovrebbe discostarsi dal solito 4-3-3 Deschamps, che valuta però la possibilità di un attacco “leggero”, senza cioè una prima punta di ruolo (probabile panchina per Olivier Giroud). Spazio allora ai velocissimi Antoine Griezmann e Ousmane Dembelé larghi, con Kylian Mbappé – recuperato dopo i problemi alla caviglia avuti in allenamento – che dovrebbe fungere da attaccante mobile al centro. Centrocampo di grandissima sostanza con N’Golo Kanté e lo juventino Blaise Matuidi a reggere le sorti del reparto in fase difensiva e Paul Pogba ad impostare manovra. In difesa l’unica novità del match dovrebbe essere a destra dove, probabilmente indisponibile Djibril Sidibé (out in settimana a causa di un colpo di calore), ci sarà spazio per il giovane Benjamin Parvard. Recuperato invece Samuel Umtiti, alla prese con qualche acciacco prima dell’arrivo in Russia.

QUI AUSTRALIA – van Marwijk, nonostante l’avversaria di assoluto livello che avrà di fronte, non dovrebbe rinunciare al proprio modulo prettamente offensivo, il 4-2-1-3 già visto di recente prima del Mondiale. In attacco dunque ci saranno Mathew Leckie (esterno dell’Herta Berlino) e l’esperto Max Kruse del Werder Brema (ma ha qualche chance pure Andrew Nabbout) in supporto alla punta centrale, il gigante Tomi Juric del Lucerna. Alle loro spalle dovrebbe esserci Tom Rogic (ma occhio alla possibilità di uno scambio di ruolo con Leckie). In difesa conferma per la leggenda del calcio australiano Mark Milligan, al suo quarto Mondiale (il terzo da titolare) di fila.

griezmann francia giugno 2018FRANCIA (4-3-3) – Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Mendy; Kantè, Pogba, Matuidi; Mbappè, Griezmann, Dembelè. Allenatore: Deschamps
AUSTRALIA (4-2-1-3) – Jones; Risdon, Milligan, Sainsbury, Behich; Luongo, Mooy; Rogic; Leckie, Juric, Kruse. Allenatore: van Marwijk

Leggi anche: MONDIALI 2018: PROBABILI FORMAZIONI PRIMO TURNO


Francia-Australia: curiosità e statistiche

  • In campo neutro Francia e Australia si sono affrontate sinora due volte: nel 1994 in Giappone (vittoria francese per 1 a 0) e nel 2001 in Corea del Sud (vittoria australiana sempre per 1 a 0). L’ultimo precedente in assoluto è invece del 2013, quando i transalpini si imposero addirittura per 6 a 0 (con doppietta di Giroud)
  • Sesta presenza di fila per la Francia ad un Mondiale (la quindicesima in assoluto): dal 1998 c’è sempre, nuovo record nazionale
  • Nelle ultime nove partecipazioni Mondiali, la Francia ha chiuso il girone al primo posto soltanto in due occasioni: nel 1998 (quando poi vinse la manifestazione) e nel 2014. In totale, contando soltanto le ultime 12 partite giocate nella fase a gironi negli ultimi quattro Mondiali, il ruolino di marcia francese è preoccupante: cinque pareggi, quattro sconfitte e soltanto tre vittorie (contro Togo, Honduras e Svizzera)
  • Contando solo gli ultimi 23 gol della Francia ai Mondiali, non se ne registra nemmeno uno da fuori area: l’ultimo fu di Lilian Thuram ai Mondiali di casa del 1998 in semifinale contro la Croazia
  • Quinta presenza dell’Australia ai Mondiali in assoluto, la quarta di fila: la prima risale al lontano 1974 (zero gol segnati in quell’occasione) prima del lungo digiuno durato fino al 2006. Proprio il Mondiale di Germania 2006 è stato l’unico in cui i Socceroos hanno passato la fase a gironi venendo poi eliminati dall’Italia futura campione del mondo agli ottavi
  • Contando le ultime 13 partite ai Mondiali, l’Australia ne ha vinte solo due, nel 2006 contro il Giappone (3-1) e nel 2010 contro la Serbia (2-1), ma nella sua storia in Coppa del Mondo solo una volta non è riuscita a subire gol, nel 1974 contro il Cile (0 a 0)
  • 5 degli ultimi 11 gol australiani al Mondiale, ovvero il 45%, sono stati segnati dallo stesso giocatore: Tim Cahill, che tra l’altro è uno dei soli nove giocatori ad aver segnato in tutte e tre le ultime edizioni del Mondiale (2006, 2010 e 2014). In Russia potrebbe arrivare al record a 38 anni qualora dovesse scendere in campo e fare gol
  • Per Deschamps terzo Mondiale con la Francia: nel 1998 era capitano della nazionale poi diventata campione del mondo, mentre nel 2014 era già commissario tecnico dei Blues
  • Bert van Marwijk debutterà in un Mondiale come c. t. dell’Australia: l’olandese, già finalista di una Coppa del Mondo nel 2010 con la sua nazionale di casa, è arrivato alla guida della rappresentativa oceanica solo a gennaio in sostituzione di Ange Postecoglu, che si era dimesso una settimana dopo aver raggiunto la qualificazione in Russia. van Marwijk però in verità era già pure lui qualificato a questi Mondiali, seppure con un’altra nazionale: l’Arabia Saudita, selezione da cui era stato esonerato a novembre per dissidi con la federazione locale


Francia-Australia: l’arbitro della partita

L’arbitro di Francia-Australia sarà l’uruguaiano Andres Cunha che non ha mai diretto una partita della Francia (se non la selezione Under 20 ai Mondiali di categoria dello scorso anno) e nemmeno l’Australia. Cunha, 41 anni, è al debutto assoluto in una manifestazione intercontinentale avendo diretto finora soltanto alcuni incontri di qualificazione ai Mondiali nel girone sudamericano ed alcune partite di Copa Libertadores a partire dal 2015.


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: IL TABELLONE COMPLETO