Juventus contro la crisi: Higuain stenta? Allegri studia il piano B…

higuain juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus: ancora fiducia ad Higuain, nonostante il periodo di crisi. Allegri studia però il piano di riserva nel caso in cui l’argentino dovesse continuare a stentare: da Dybala a Mandzukic, le soluzioni…

Se la crisi non passa, passamontagna. O meglio, nel caso di Gonzalo Higuain, se la crisi non passa, la Juventus dovrà studiare delle alternative valide. Il fatto che, almeno per il momento, i bianconeri diano fiducia all’attaccante argentino (leggi anche: La Juve dà fiducia ad Higuain), non esclude il fatto che possano essere al vaglio dei piani di riserva qualora lo stato di abulia del Pipita dovesse protrarsi per ancora un po’ di tempo. Nello specifico, è bene ricordarlo, ad oggi nella rosa bianconera non esiste un vero e proprio surrogato di Higuain: dal mercato non è arrivata un’altra prima punta e, nelle idee di Massimiliano Allegri, probabilmente un altro giocatore del calibro di Higuain nemmeno era così tanto necessario. Dati alla mano, effettivamente, al di là della crisi dell’ex Napoli, le reti in casa juventina non sono di certo mancate, complice un grande Paulo Dybala.

Ecco, proprio l’altro argentino potrebbe essere la prima e più ovvia soluzione: Dybala di sicuro non è una prima punta, ma potrebbe essere spostato in avanti come falso nueve, sulla scorta di quanto già visto l’anno scorso nel Napoli con Dries Mertens, per massimizzare la sua qualità offensiva. Non è detto che l’esperimento però riesca, visti gli ampi spazi di manovra di cui al momento gode La Joya nella Juventus. Così, l’altra possibilità, che già Allegri ha in verità messo in atto contro il Sassuolo, qualche settimana fa, è quella di spostare in avanti Mario Mandzukic (già abituato in passato a giocare da prima punta pura, lui sì) e semplicemente utilizzare al suo posto, come esterno d’attacco, chi per quel ruolo è stato acquistato in estate: Douglas Costa. Tutto questo magari in attesa del ritorno in campo di Marko Pjaca, ancora infortunato, un altro giocatore che potrebbe essere sperimentato in avanti. Tutti però si augurano che un piano B non serva.