Mendes il rivelatore: «La Juve è stata un’idea di Cristiano Ronaldo»

Mendes il rivelatore: «La Juve è stata un’idea di Cristiano Ronaldo»
© foto Wikimedia Commons

Nuove rivelazioni del procuratore di Cristiano Ronaldo Jorge Mendes, che svela nuovi retroscena della trattativa che in estate ha portato l’attaccante portoghese fino alla Juventus

Se ne è parlato, se ne parla e probabilmente se ne parlerà ancora: il passaggio in estate di Cristiano Ronaldo alla Juventus, improvviso quanto inaspettato, era in realtà un’idea cullata da mesi dalla dirigenza bianconera e, soprattutto, dallo stesso giocatore portoghese, ormai deciso a dare l’addio al Real Madrid. Dei dettagli della trattativa ha nuovamente dato conto l’agente di CR7, il potente Jorge Mendes, intervistato ieri dai microfoni di Rai Sport: «Cristiano mi aveva detto che voleva solo la Juve e siamo stati in trattavia per mesi – ha spiegato ancora una volta il manager portoghese – . Già nel gennaio del 2018 io e le poche persone che sapevano di cosa stesse accadendo pensavamo che fosse comunque molto difficile portare Ronaldo in bianconero». Ma non tanto in verità.

«Vorrei chiarire che l’idea del trasferimento è stata del giocatore: Ronaldo mi ha esplicitamente detto che voleva andare alla Juve. Da lì poi è iniziato tutto e sono stato per mesi in trattativa con i dirigenti bianconeri: alla fine sappiamo tutti come sono andate le cose – ha continuato Mendes raccontanto qualche retroscena dell’affare più chiacchierato dell’anno e, probabilmente, del decennio – . Adesso Cristiano è felice della Juve e dei suoi nuovi compagni di squadra, è molto soddisfatto anche della Serie A. In tanti mi hanno già chiesto delle possibilità bianconera di vincere la Champions League: io penso che ci vorrà un po’ di fortuna, ma l’arrivo di Ronaldo ha sicuramente rinforzato la squadra anzi, direi che tutto il calcio italiano potrà beneficiare del suo arrivo da voi». Così parlò Mendes…