Italia femminile, chi ben comincia è a metà dell’opera. Sognare è possibile

Italia femminile, chi ben comincia è a metà dell’opera. Sognare è possibile
© foto www.imagephotoagency.it

Avvio super dell’Italia femminile che conferma il buon trend all’esordio: mai sconfitta nelle tre edizioni dei Mondiali a cui ha partecipato

Un avvio del genere, l’Italia femminile, è difficile pure che l’avesse immaginato. Un tripudio di gioia per le ragazze di Milena Bertolini che hanno saputo mettere una grinta tale da andare a vincere la partita contro l’Australia allo scadere. Non è la prima volta che la selezione azzurra parte bene al Mondiale. Nelle tre edizioni della competizione disputate, quella attuale compresa, la sconfitta non è mai arrivata.

Subito un bel passo per la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. Uno sguardo verrà immediatamente rivolto alla sfida tra Giamaica e Brasile per iniziare a tirare i primi bilanci. Ma con una carica agonista del genere, e sopratutto con questa voglia di arrivare al successo anche in situazioni non semplici, non si deve avere paura di nessuno.