Juric: «Contro il Genoa vogliamo vincere. Sono ossessionato da Bielsa!»

© foto www.imagephotoagency.it

Ivan Juric ha parlato in una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport: queste le parole del tecnico dei gialloblù

Ivan Juric ha parlato in una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport: queste le parole del tecnico degli scaligeri.

OTTAVO POSTO – «Sarebbe fantastico, vogliamo vincere contro il Genoa».

POSSIBILE COMBINE GENOA VERONA – «Mi fa schifo questo modo di pensare. È brutto e fastidioso per la gente onesta. All’estero e negli altri sport, nemmeno pensano che possa accadere».

VOTO AL VERONA«10 e lode, abbiamo fatto il massimo».

VOTO A JURIC – «Sono molto contento di me stesso. Ho trovato una ambiente che mi ha lasciato esprimere: ho avute le mie mancanze e non me lo hanno fatto pesare e allo stesso tempo hanno esaltato i miei pregi. Con il presidente Setti il rapporto è sincero. La pensiamo diversamente su certe cose, ma fino adesso mi ha sempre detto la verità».

RINNOVO – «A livello economico ci eravamo accordati da mesi. I miei dubbi erano legati all’investimento futuro. Volevo il massimo perché penso che dobbiamo migliorare, me compreso. Ho ascoltato altre proposte, poi mi è venuto naturale scegliere Verona. Quando ti trovi così bene, vuoi continuare questa sensazione piacevole. Sono strafelice. Molti sottovalutano l’aspetto umano: invece stare bene in un ambiente di lavoro come qui dove non si finge è fondamentale. Non contano solo i soldi, il successo, gli obiettivi sul campo. Ci sono anche altri valori».

GASPERINI – «Il mio calcio parte da Gasperini come stile di gioco: andare a prendersi la partita, attaccare, creare superiorità numerica, divertirsi e non speculare».

APICE DA ALLENATORE – «La settimana in cui abbiamo affrontato Milan, Lazio e Juventus a inizio febbraio: 5 punti, 0 sconfitte. Facevamo grande calcio».

RIPETERE QUESTA STAGIONE – «Bisogna programmare, c’è qualche risorsa da investire in più rispetto a quest’anno. Nella scorsa estate ci siamo arrangiati bene, ci siamo mossi con logica con il d.s. D’Amico. Adesso possiamo fare anche qualcosa in più e magari avere meno giocatori in prestito. Possiamo fare un passo in avanti».

KUMBULLA – «È pronto per una grande squadra, anche se mi piacerebbe che rimanesse un altro anno. È una persona seria».

IDOLI – «Marcelo Bielsa! Sono stato ossessionato da lui per anni e lo sono ancora. Guardate il suo Leeds, è un divertimento».