Juventus-Verona 2-1: pagelle e tabellino

Iscriviti
pjanic
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Verona, 38ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si è conclusa 2˗1 l’ultima partita della stagione 2017/2018, che ha visto l’assegnazione del settimo scudetto consecutivo alla compagine bianconera. Nonostante l’imminente assegnazione della Coppa, quella di oggi verrà ricordata come la giornata dell’addio di Buffon. Emblematica e straordinaria è stata la sua uscita dal campo al minuto 18, abbracciato, osannato, acclamato da tutti i tifosi. Quella di oggi verrà ricordata anche come l’ultima partita di Asamoah, che al termine della stagione firmerà per l’Inter, e Lichtsteiner, anche lui osannato da tutti i tifosi. Si chiude così un’era storica della Juventus e di uno degli emblemi del calcio italiano

JUVENTUS-VERONA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Verona 2-1: tabellino

Marcatori: 4′ st, Rugani, 7′ st, Pjanic; 31′ st Cerci

JUVENTUS (4-3-3): Buffon 8 (18′ st, Pinsoglio 6); Lichtsteiner 7, Rugani 7, Barzagli 6, Alex Sandro 5.5; Marchisio 6, Pjanic 7, Sturaro 6 (45′ pt, Bentancur 6); Dybala 7, Mandzukic 6.5, Douglas Costa 7 (21′ st, Higuain 6). A disposizione: Szczesny, Benatia, De Sciglio, Asamoah, Matuidi, Khedira.  Allenatore: Allegri

VERONA (4-4-2): Nicolas 7; Romulo 7, A. Ferrari 6, Caracciolo 5.5 (1′ st, Bearzotti 5), Souprayen 5.5; Aarons 5.5 (17′ st, Zuculini ng), Fossati 6, Danzi 5.5, Fares 6.5; Cerci 6.5, Matos 6.5 (36′ st, Petkovic 6). A disposizione: Silvestri, Coppola, Felicioli, Verde. Allenatore: Pecchia

Arbitro: Riccardo Pinzani

Note: Ammonizioni: Fares (V), Fossati (V)

MIGLIORE IN CAMPO ˗ JUVENTUS:

Buffon 8: impossibile non considerarlo il migliore. Anche oggi, in una giornata che non sembrava poter riservare particolari emozioni, si dimostra reattivo in più di un’occasione sventando alcune sporadiche minacce scaligere. Si meriterebbe 10, ma non solo per oggi

PEGGIORE IN CAMPO ˗ JUVENTUS:

Alex Sandro 5.5: ancora deludente. Reduce da una stagione poco appagante, conferma, anche nella conclusione della stessa, di essere con la testa altrove. Decisamente da ritrovare

MIGLIORE IN CAMPO ˗VERONA:

Romulo 7: forse motivato dalla breve permanenza in bianconero, il brasiliano sfodera una prestazione di grande intensità, unita a grande velocità, grande precisione e un’ottima progressione e accelerazione. Un po’ confusionario a volte ma decisivo e determinante in ogni grande occasione

PEGGIORE IN CAMPO ˗ VERONA:

Aarons 5.5: dalle brevi apparizioni nelle quali Pecchia gli aveva dato una possibilità, l’ex Newcastle aveva sempre dimostrato grande determinazione. Oggi, però, si perde un po’ e dimostra di essere, spesso, in confusione

Juventus-Verona: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: La seconda frazione si apre con lo strapotere tecnico della Juventus che impone subito un doppio svantaggio agli avversari, sotto i colpi di Rugani e Pjanic. Da quel momento, la partita sembra cambiare a favore della Juventus che mantiene con costanza il pallino del gioco. Alla mezz’ora della seconda frazione, però, il Verona prova a riaprire la partita con un improvviso gol di Cerci, su cross di Romulo. Nonostante qualche altra sporadica discesa in avanti, la Juventus non sembra aver problemi a controllare, arrivando ancora più volte alla conclusione. Da segnalare l’errore dal dischetto di Lichtsteiner. Grandissimo momento al 18’, quando avviene il cambio che nessun tifoso juventino avrebbe davvero voluto, applaudito da una standing ovation straordinaria di tutto il popolo juventino: esce per l’ultima volta dal campo il Capitano Gigi Buffon

48′ – Finisce qui: la Juventus batte il Verona e si aggiudica il settimo scudetto consecutivo

46’ ˗ Esce un altro grande tassello dei sette scudetti bianconeri (senza essere sostituito da nessuno): Lichtsteiner, osannato e applaudito da tutti i tifosi

45’ ˗ Assegnati 3 minuti di recupero

43’ ˗ Grande coordinazione ma pessima conclusione di Higuain che scaglia il pallone di poco lontano dalla traversa

40’ ˗ CALCIO DI RIGORE PARATO DA NICOLAS, su tiro angolato ma prevedibile di Lichtsteiner

39’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Mandzukic colpisce di testa trovando la mano di Bearzotti. L’arbitro vede e concede il calcio di rigore

37’ ˗ Straordinario tiro a giro di Marchisio che bacia la traversa e si perde sul fondo

36’ ˗ Ultimo cambio per il Verona: entra Petkovic, esce Matos

34’ ˗ Il destro di Marchisio dalla distanza trova la pronta reazione di Nicolas

33’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Romulo calcia direttamente sulla barriera

32’ ˗ Inizia il giro di campo di Buffon che abbraccia calorosamente i suoi tifosi

31’ ˗ GOL VERONA!!! Improvviso gol del Verona che imbuca Pinsoglio con Cerci, su cross ben calibrato partito dai piedi di Romulo

29’ ˗ Pinsoglio compie la sua prima parata, mantenendo tra le mani una palla che, dal cross di Matos, sarebbe potuta rivelarsi davvero pericolosa

28’ ˗ Mandzukic va sul fondo e mette il cross per Bentancur, anticipato in corner da un avversario

25’ ˗ Occasione Juventus. Dybala serve un assist al bacio per Higuain che, partendo sul filo del fuorigioco, colpisce di testa, mandandola di poco alta sopra la traversa

24’ ˗ Buffon si alza dalla panchina invocato dai suoi tifosi ma, sorprendentemente, si reca negli spogliatoi

21’ ˗ Ultimo cambio per la Juventus: esce Douglas Costa, entra Higuain

18’ ˗ MOMENTO STORICO PER LA JUVENTUS: visibilmente commosso e attorniato dai compagni, esce dal campo per l’ultima volta, con la maglia bianconera, il Capitano Gigi Buffon dopo 6111 giorni con la Juventus. Al suo posto entra Pinsoglio. Tutta la panchina schierata per dare l’ultimo saluto sportivo al Capitano, che abbandona tra le lacrime di tifosi, compagni e membri dello staff

17’ ˗ Cambio per il Verona: esce Aarons, entra Zuculini

16’ ˗ Marchisio prova la conclusione dalla distanza ma Nicolas blocca

15’ ˗ Matos chiede il calcio di rigore per un’uscita forse al limite del regolamento di Buffon ma Pinzani non lo concede

12’ ˗ Un calcio di punizione battuto malamente rischia di creare più di un grattacapo alla difesa con una serie di batti e ribatti ma le respinte della difesa si rivelano determinanti

11’ ˗ Sugli sviluppi del calcio di punizione, Dybala prova a sorprendere Nicolas sul suo stesso palo ma questa volta il portiere è attento e blocca

11’ ˗ Souprayen strattona Dybala a poca distanza dal limite dell’area: nuovo calcio di punizione da posizione invitante

7’ ˗ GOL JUVENTUS!!!!! Pjanic trasforma la punizione con uno dei suoi soliti tiri precisi e piazzati

6’ ˗ Ammonizione per Fares

6’ ˗ Fares prova a intervenire sul pallone al limite dell’area ma il suo tentativo di conquistare il pallone non gli impedisce di franare rovinosamente su Dybala: calcio di punizione dal limite

4’ ˗ GOL JUVENTUS!!! Bearzotti tiene in gioco Rugani che, dopo la respinta ravvicinata di Nicolas, infila in rete senza problemi

3’ ˗ Su cross di Lichtsteiner, un difensore devia e manda la palla in corner: 4° angolo a favore della Juventus

2’ ˗ Romulo conquista ancora un buon pallone in mezzo al campo e prova a dare avvio al contropiede, poi intercettato da Alex Sandro nella sua fase finale

1’ ˗ Pinzani fischia il calcio d’inizio della seconda frazione: si registra un unico cambio tra le fila del Verona, entra Bearzotti esce Caracciolo

SINTESI PRIMO TEMPO: Nonostante il match abbia obiettivamente poco da dire a questo campionato, Juventus e Verona fin dai primi minuti onorano al meglio l’impegno. Nei primi 10’, addirittura, la squadra ospite si fa vedere in avanti in maniera più sollecita e presente dei padroni di casa che ci provano, ma solo dalla distanza: prima con Dybala e poi con Sturaro. Grande prestazione, invece, di Romulo che incute costantemente timore alla retroguardia bianconera. Dal 20’, poi però, esce la maggior tecnica della Juventus che arriva alla conclusione in diverse occasioni a poca distanza l’una dall’altra, soprattutto con Mandzukic e Dybala. Davanti alle loro conclusioni, però, si fa sempre trovare pronto Nicolas che impedisce, a più riprese, il vantaggio della Juventus, con interventi anche tecnicamente complicati. La squadra di Allegri va vicinissima al vantaggio nei minuti finali con Dybala che, con un mirabile colpo sotto, colpisce la traversa. Molte occasioni sciupate dalla Juventus ma il Verona non ha certamente demeritato questo pareggio

46′ – Pinzani fischia la fine del primo tempo: è 0-0

45’ ˗ Assegnato un minuto di recupero

45’ ˗ Primo cambio per la Juventus: entra Bentancur, esce Sturaro

43’ ˗ Occasione Juventus. Mandzukic controlla in maniera pulita in area di rigore ma la sua conclusione è davvero da dimenticare, altissima sopra la traversa da posizione ravvicinata

41’ ˗ Scontro tra Sturaro e Fares in area di rigore, necessario l’intervento dello staff medico

40’ ˗ Occasione Juventus. Colpo sotto millimetrico di Dybala che, dall’interno dell’area, con il sinistro colpisce la traversa.

38’ ˗ Sul rapido rovesciamento di fronte guidato dalla velocità incommensurabile di Douglas Costa, Manduzkic vanifica una buona occasione facendosi intercettare un assist arretrato nato con poche pretese

38’ ˗ Occasione Verona. Matos cerca di sorprendere Buffon dal limite dell’area, ma la sua conclusione è alta sopra la traversa

36’ ˗ Romulo arriva al tiro/cross dalla corsia di destra ma Rugani a piedi uniti allontana la minaccia

34’ ˗ Ancora Nicolas che blocca a terra una conclusione precisa ma poco potente di Dybala

32’ ˗ Occasione Juventus. Straordinario doppio gesto tecnico del duo Mandzukic˗Nicolas. Su assist di Dybala, il croato colpisce al volo con il destro ma la sua conclusione trova la prontissima reazione di Nicolas che devia in tuffo dopo la traversa

31’ ˗ Occasione Verona. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Lichtsteiner con un intervento scomposto devia il pallone verso la sua porta facendo correre un forte brivido ai tifosi della Juventus

28’ ˗ L’arbitro fischia un calcio di punizione per il Verona, nonostante il fallo di Fares su Dybala sembrasse più evidente

27’ ˗ Occasione Juventus. Da un ottimo scambio ravvicinato del duo Mandzukic˗Dybala, l’argentino calcia di interno sinistro da posizione centrale ma la traiettoria finisce di pochissimo a lato del palo

26’ ˗ Buona, seppur non troppo precisa e potente, conclusione di Dybala dalla distanza: nessun problema per Nicolas

25’ ˗ Douglas Costa arriva al cross sulla sua corsia di competenza ma il colpo di testa di Mandzukic è troppo centrale per incutere timore a Nicolas

23’ ˗ Occasione Juventus. Lichtsteiner, pur in maniera non troppo convinta, calcia con il sinistro, da fuori area, ma la sua traiettoria finisce di poco alta sopra l’incrocio

22’ ˗ Matos atterra Dybala: calcio di punizione per la Juventus da posizione invitante ma vicina all’out di destra

20’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Aarons, nel tentativo di stacco, si appoggia in maniera decisamente vistosa su Barzagli, costringendo l’arbitro a fischiare fallo

19’ ˗ Douglas Costa, servito da Dybala, prova a mettere un buon cross rasoterra, conquistato a terra da Nicolas

16’ ˗ Occasione Verona. Dalla corsia di sinistra, Fares si inserisce palla al piede in area di rigore, evitando i contrasti di almeno tre difensori juventini: il suo tiro a giro, però, trova la reattiva e pronta reazione di Buffon che riceve l’ovazione del pubblico

13’ ˗ Grande progressione di Romulo che, partendo dalla sua area, arriva ben oltre la metà campo palla al piede, seminando pericoli

12’ ˗ Ferrari cattura un potenziale assist diretto a Mandzukic con un intervento volante davvero notevole

10’ ˗ Fossati prova a intervenire di testa su un bel cross proveniente dalla corsia destra ma Lichtsteiner legge bene e allontana

9’ ˗ Alex Sandro apre per Mandzukic sulla destra ma la traiettoria del passaggio è troppo profonda, rendendo irraggiungibile la conquista del pallone da parte del croato

7’ ˗ Cerci cerca la doppia soluzione personale sull’out di destra ma non riesce a sfondare, placcato in maniera pulita da Alex Sandro

6’ ˗ Problema fisico per Marchisio che chiede assistenza allo staff medico

5’ ˗ Sturaro ci prova dalla lunga distanza ma la sua conclusione finisce altissima sopra la traversa

4’ ˗ Occasione Verona. Una distrazione di Sturaro all’altezza del cerchio di centrocampo mette Romulo nelle condizioni di far partire il contropiede ma il passaggio filtrante per Ferrari, non perfettamente calibrato, finisce tra i piedi di Lichtsteiner

3’ ˗ Leggerezza di Rugani che rischia di farsi soffiare il pallone dal pressing asfissiante di Romulo

1’ ˗ Pronti via e la Juventus conquista il suo primo calcio d’angolo, sui cui sviluppi Dybala calcia altissimo sopra la traversa da fuori area

1′ – Pinzani fischia il calcio d’inizio. Sarà la Juventus a battere il primo pallone del match

Le due formazioni sono scese in campo e sono pronte a darsi battaglia

In un Allianz Stadium interamente esaurito in ogni ordine di posto, la Juventus celebra il suo settimo scudetto ma, ancora di più, oggi sarà il giorno dell’addio del Capitano Gigi Buffon. Salutato da una coreografia straordinaria, Buffon lascia la maglia della Juventus dopo una carriera fatta di successi, trofei e ricche soddisfazioni. Ultimo saluto anche a un altro bianconero molto amato, Asamoah, che passerà all’Inter a parametro zero

Juventus-Verona: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Rispetto alla formazione della vigilia, Allegri opta per qualche cambio quali l’inserimento dal prima minuto di Barzagli, Pjanic e Mandzukic. Molte novità di formazione anche per Pecchia, che sceglie di dare un’ultima passerella anche a coloro che hanno giocato meno, come il promettente Aarons, Danzi e Fossati

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Barzagli, Alex Sandro; Marchisio, Pjanic, Sturaro; Dybala, Mandzukic, Douglas Costa. Allenatore: Allegri

VERONA (4-4-2): Nicolas; Romulo, A. Ferrari, Caracciolo, Souprayen; Aarons, Fossati, Danzi, Fares; Cerci, Matos. Allenatore: Pecchia

Juventus-Verona: probabili formazioni e pre-partita

Per una gara che ha ben poco da dire in termini di raggiungimento di obiettivi stagionali, dal momento che entrambe conoscono già il loro fortunato o triste destino, Juventus e Verona scendono in campo per onorare l’ultimo turno della stagione 2017/2018 di Serie A. Il vero fulcro dell’attenzione, oltre alla “passerella” dei giocatori e all’assegnazione dello Scudetto, sarà rivolto all’addio del Capitano bianconero, Gigi Buffon, che chiude la sua straordinaria carriera juventina dopo quasi due decadi di grandi successi. Per l’occasione, allora, non poteva mancare la sua ultima presenza tra i pali da titolare, con una difesa pressoché titolarissima; a centrocampo, invece, Allegri lancerà dal primo minuto il trio Bentancur˗Marchisio˗Sturaro, dietro al trio delle meraviglie Dybala˗Higuain˗Douglas Costa.

Nonostante la retrocessione matematica, Pecchia e i suoi uomini cercheranno di onorare al meglio l’ultimo episodio di un campionato decisamente non facile e piuttosto deludente. Con Nicolas in porta, spazio a Souprayen in difesa. Con gli indisponibili Valoti, Lee, Kean e Calvano e i non convocati Buchel, Heurtaux e Vukovic, Pecchia potrebbe lanciare dal primo minuto Aarons, nonostante Verde sia ancora in leggero vantaggio.

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Benatia, Alex Sandro; Marchisio, Bentancur, Sturaro; Dybala, Higuain, Douglas Costa. A disposizione: Pinsoglio, Szczesny, Barzagli, De Sciglio, Asamoah, Matuidi, Pjanic, Khedira, Mandzukic. Allenatore: Allegri

VERONA (4-3-3): Nicolas; Bearzotti, A. Ferrari, Caracciolo, Fares; Romulo, Fossati, Zuculini; Verde, Cerci, Matos. A disposizione: Silvestri, Coppola, Bearzotti, Felicioli, Aarons, Danzi, Petkovic. Allenatore: Pecchia

Juventus-Verona: i precedenti del match

Quella che andrà in scena all’Allianz Stadium tra Juventus ed Hellas Verona sarà una partita dalla grande tradizione nella massima serie italiana. In totale, tra casa e trasferta, i confronti tra le due squadre si fermano a 54, per un bilancio di 30 vittorie bianconere, 14 pareggi e 10 successi gialloblù. Per quanto riguarda le gare disputate a Torino (27), la squadra di casa è in vantaggio con 23 vittorie e 4 pareggi: non si è mai registrata, pertanto, alcuna vittoria degli ospiti attualmente allenati da Pecchia. Anche nelle reti realizzate la Juventus è nettamente in vantaggio con un bilancio di 62 a 17. Il primo storico confronto risale al settembre del ’57 quando i bianconeri di Boniperti e Sivori riuscirono a imporsi con il risultato di 3˗2. Il primo pareggio nel fortino bianconero risale all’ottobre del ’72, quando alla rete dello scaligero Luppi rimediò il gol del pareggio di Salvadore. L’ultimo confronto, infine, risale al gennaio 2016 quando gli uomini di Allegri riuscirono a sbaragliare la compagine veneta con un netto 3˗0.

Juventus-Verona: l’arbitro del match

Sarà Riccardo Pinzani della sezione di Empoli l’arbitro designato a dirigere l’ultima sfida di campionato dei già Campioni d’Italia della Juventus, contro l’ormai retrocesso Hellas Verona. Il direttore di gara, classe ’78, è alla prima direzione in Serie A in questa stagione e alla 21° della sua carriera nella massima categoria. Pertanto, nella stagione odierna, non ha mai arbitrato nessuna delle due squadre. D’altro canto, sono 18 le gare arbitrate nella serie cadetta e 2 quelle di Coppa Italia. A coadiuvare l’arbitro toscano saranno gli assistenti Citro e Colella; il quarto ufficiale sarà Di Paolo mentre alla postazione VAR siederanno Nasca e Liberti.

Juventus-Verona Streaming: dove vederla in tv

Juventus-Verona sarà trasmessa a partire dalle ore 15 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Sport 1, Sky Supercalcio e Sky Calcio 1, anche in HD) e su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium Sport (anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go e Premium Play. Sarà possibile vedere la gara su mobile anche tramite piattaforma Serie A TIM TV (in televisione tramite decoder TIMvision) o acquistarla direttamente sul sito Sportube.


Leggi anche: SERIE A DIRETTA GOL 38ª GIORNATA