Milan, non ci resta che Pato: tutti i nodi (e le cifre) della trattativa…

Milan, non ci resta che Pato: tutti i nodi (e le cifre) della trattativa…
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan valuta il ritorno di Pato per il mercato di gennaio: l’attaccante brasiliano, attualmente in forza ai cinesi del Tijanjin Quanjian, ha un ingaggio enorme. Poi c’è la clausola…

Messo ormai definitivamente da parte l’obiettivo Zlatan Ibrahimovic, al Milan non resta che concentrarsi su di un altro ritorno: quello di Alexandre Pato. Sarebbe proprio l’attaccante brasiliano, attualmente in forza ai cinesi del Tianjin Quanjian, al momento il giocatore in cima alla lista degli acquisti rossoneri per una serie di ragioni non trascurabili: la possibilità di prenderlo più che altri, la conoscenza dell’ambiente milanista, la voglia di rimettersi in gioco in un campionato competitivo. Non ultima: lo stretto rapporto con Leonardo, ovvero colui che ormai un decennio fa lo portò alla ribalta della Serie A (e tra l’altro proprio in gennaio).

Restano ovviamente i nodi legati alle cifre: 25 milioni la clausola rescissoria del Papero in Cina (non enorme, ma il Milan non ha ovviamente volontà di spendere, specie dopo le sanzioni imposte dalla UEFA, e preferirebbe l’opzione del prestito), ben 9 milioni di euro il suo ingaggio annuo (che però potrebbe essere convinto in fine dei conti a fare un sacrificio pur di tornare a vestire la maglia rossonera). Superata l’ipotesi Fabio Quagliarella (vicino al rinnovo con la Sampdoria fino al 2020), le idee sul piatto per l’attacco in casa milanista sono sempre meno: quella di Pato stuzzica forse i tifosi maggiormente ed è a suo modo la più praticabile…