Sassuolo-Chievo, tornano gli walkie-talkie…anzi no

sassuolo-chievo var walkie talkie
© foto www.imagephotoagency.it

Problema agli auricolari tra gli addetti arbitrali in Sassuolo-Chievo: si pensa all’utilizzo degli walkie-talkie, poi la comunicazione col Var riprende

Problemi di comunicazione col Var in Sassuolo-Chievo: la partita del ‘Mapei Stadium‘, intorno al 10’, è stata caratterizzata dal malfunzionamento degli auricolari tra l’arbitro Manganiello e gli addetti all’ausilio televisivo. In un primo momento si era pensato di dotare l’addetto al Var di walkie-talkie, già usati nella contestata Bologna-Torino della prima giornata (il regolamento prevede che, in casi del genere, l’arbitro in sala Var possa comunicare con i walkie-talkie con il quarto uomo).

Dopo dieci minuti, poi, tutto è tornato alla normalità, un lasso di tempo in cui non si sono segnalati episodi particolari. Un utilizzo, quello dei walkie-talkie, che tra il 2013 e 2014 coinvolse, in un contesto diverso, anche l’allenatore Rudi Garcia; l’allora tecnico della Roma, solito comunicare con l’assistente Bompard, in tribuna, fu multato successivamente fino a 120 mila euro. Garcia si giustificò riportando il permesso di utilizzo del mezzo: in Ligue 1 infatti non c’è alcun divieto, mentre è vietato dalla Figc.