Connettiti con noi

News

Sassuolo, piccolo barlume per l’Europa ma la difesa continua a fare acqua

Antonio Parrotto

Pubblicato

su

Vittoria del Sassuolo contro l’Hellas Verona nel match che è valso il sorpasso. E i neroverdi sperano ancora nell’Europa

Un piccolo, piccolissimo, barlume di speranza per l’Europa, i tifosi del Sassuolo più fiduciosi, Roberto De Zerbi e suoi ragazzi, probabilmente continueranno a tenerlo acceso dopo la vittoria di ieri contro l’Hellas Verona. Successo di fondamentale importanza per il club neroverde che viaggia con il freno a mano tirato in questo girone di ritorno. Dopo le prime otto sfide giocate in questo campionato, il Sassuolo aveva registrato una media di 2.3 punti a match (meno soltanto del Milan nel periodo, 2.5); a partire dalla nona gara di Serie A, invece, i neroverdi ne hanno ottenuti soltanto 1.1 in media, crollando al 12° posto nel parziale. La vittoria nello scontro che vale ‘lo Scudetto degli altri’, ovvero l’ottavo posto in classifica, o se preferite il primo posto tra ‘i normali’, è fondamentale per il prosieguo della stagione. Il Sassuolo si è un po’ allontanato dal treno per il settimo posto ma la vittoria contro gli scaligeri potrà ridare nuova linfa.

Sassuolo, ora il prossimo step: non subire gol e trovare continuità

Il Sassuolo ha dimostrato di non essere in vacanza. Qualcuno forse ha pagato lo scotto per i punti di distanza che separano i neroverdi dalla zona europea ma la vittoria con l’Hellas può essere importante anche sotto questo aspetto, senza dimenticare che i neroverdi hanno una partita da recuperare (mercoledì in campo contro il Torino). Ma sarà complicato. E De Zerbi è stato chiaro: «Credo che già confermarsi ottavi, se riuscissimo a farlo, è un risultato strepitoso. Oggettivamente se non buca qualcuna delle sette davanti, facciamo fatica a stare al passo loro. Volevo che andassero avanti nelle Coppe quante più squadre possibili per trovarli stanchi e deconcentrati. Ci manca ancora qualcosa per ambire a quei posti. Se vogliamo provarci bisogna fare 2-3 vittorie di fila, a cominciare dal match col Torino». Ora il prossimo step: confermarsi, trovando 2 vittorie consecutive, come non accade dal 2020, e non subire gol. Il Sassuolo infatti incassa gol da 15 partite di fila e soltanto una volta la squadra emiliana ha contato una serie più lunga di match con gol in Serie A, ovvero 16, tra novembre 2014 e marzo 2015 con Di Francesco in panchina.

Advertisement