Skriniar dopo Icardi: non c’è ancora l’intesa per il rinnovo

Skriniar dopo Icardi: non c’è ancora l’intesa per il rinnovo
© foto www.imagephotoagency.it

Milan Skriniar, difensore dell’Inter, attende il rinnovo del contratto. Non c’è ancora l’intesa. Più facili i rinnovi di Padelli e Ranocchia

Altra gatta da pelare per Beppe Marotta. Dopo la patate bollente Mauro Icardi, il nuovo dirigente dell’Inter dovrà risolvere il ‘problema’ Milan Skriniar. Il difensore slovacco, uno dei migliori nell’ultimo anno e mezzo, ha chiesto il rinnovo. Il difensore classe ’95, arrivato dalla Samp per oltre 30 milioni di euro, guadagna 1,2 milioni più bonus, l’Inter vorrebbe alzare l’ingaggio a 2,5 per premiarne la crescita esponenziale, ma gli agenti hanno chiesto 3,5. C’è distanza tra le parti ma, secondo Tuttosport, c’è un leggero ottimismo per trovare l’accordo.

Coem spesso accade, le parti potrebbero trovarsi a metà strada. L’attuale durata dell’accordo e l’assenza di clausole, ripara però l’Inter in chiave mercato ma le attenzioni non mancano. Barcellona, Manchester United e Bayern Monaco seguono con attenzione la situazione del difensore sblocca ma il club nerazzurro per sedersi a parlare si aspetta un’offerta di base non inferiore ai 80-85 milioni di euro. Più semplici invece gli accordi per il rinnovo di Padelli e Ranocchia.