Roma, lo stadio si può! La Raggi: «Questo può essere l’anno giusto»

Roma, lo stadio si può! La Raggi: «Questo può essere l’anno giusto»
© foto Calcionews24

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha rilasciato una lunga intervista in merito al tanto discusso stadio della Roma a Tor di Valle. Buone notizie per i giallorossi

Il sindaco di Roma Virginia Raggi è tornata a parlare alla Gazzetta dello Sport del progetto stadio della squadra di James Pallotta. Ecco le sue parole in merito: «2019 anno buono per porre la prima pietra? C’è la volontà politica di portare avanti al più presto il progetto dello stadio di Tor di Valle. Lavoriamo con tale proposito nel rispetto della legge e nell’interesse dei cittadini».

Prosegue la Raggi: «Sono stati gli inquirenti a dire con chiarezza che l’inchiesta (nominata ‘Rinascimento’, ndr) non ha riguardato gli atti amministrativi relativi allo stadio. Parnasi? Scelta della Roma, Non spetta all’Amministrazione rispondere in merito alle scelte della società proponente. A noi spetta solo valutare l’interesse pubblico del progetto proposto. E questo abbiamo fatto. La mia opposizione iniziale? Ero contro ‘quel’ progetto specifico, che avrebbe comportato l’ennesima colata di cemento in un’area della città. Ricordo che quel progetto prevedeva che, su un milione di metri quadrati di cemento, lo stadio avrebbe rappresentato il 14% del totale. Noi abbiamo migliorato il progetto rendendolo innovativo ed eco-sostenibile. Abbiamo ridotto le cubature del 50%, con edifici a ridotto impatto ambientale realizzati con gli standard energetici più avanzati al mondo e un superamento del rischio idrogeologico della zona».

Ma quindi cosa manca per la realizzazione dell’impianto? La Raggi commenta: «In primis, sto aspettando l’esito del parere che ho chiesto al Politecnico di Torino, poi penseremo alla variante urbanistica. Non è un atto dovuto ma ho ritenuto che, dopo tutto quello che abbiamo letto sui giornali, i cittadini abbiamo diritto ad un ulteriore approfondimento. Al Politecnico abbiamo inviato un’integrazione dei dati, sottolineando tra le altre cose la strategia di mobilità sostenibile che la nostra Amministrazione sta mettendo in campo su tutto il territorio cittadino. In questo ambito generale va collocata anche l’analisi dei flussi di traffico locale per valutare al meglio le soluzioni. Sulla base di questa ulteriore documentazione verrà redatta la relazione definitiva. Faccio un esempio: in tutta la città stiamo puntando molto sulla “cura del ferro”, il potenziamento di tram e metropolitane, e quindi le soluzioni di mobilità per lo stadio dovranno prevedere certamente uno sviluppo di tutte le linee metroferroviarie».