La Sampdoria dal Papa: «Via gli egoismi in squadra»

173
ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria dal Papa: il Pontefice, a cui è stata donata una maglia, ha tenuto alla squadra un discorso sullo spirito di gruppo e di collaborazione. Commosso il presidente Ferrero: «È stato un privilegio»

AGGIORNAMENTO 6 NOVEMBRE: IL PAPA PARLA ALLA SAMPDORIA – Incontro felicemente avvenuto: ieri la Sampdoria ha consegnato a Papa Francesco una maglia personalizzata con il suo nome ed il numero uno, poi si è intrattenuta qualche minuto in udienza privata. Il Pontefice ha fatto un discorso alla squadra, impegnata oggi contro la Fiorentina, sul lavoro di gruppo: «Nello spogliatoio devono prevalere collaborazione e pensiero comune a scapito di egoismi ed individualità», avrebbe detto Francesco. Tra i più commossi il presidente Ferrero, che ha detto a fine incontro: «È stato un privilegio per noi».

Per la Sampdoria oggi sarà un gran giorno: nel pomeriggio è previsto l’incontro con Papa Francesco in Vaticano. Un incontro che sarà probabilmente non lunghissimo, ma a cui il presidente Massimo Ferrero teneva molto: è stato lui a spingere affinché il Papa incontrasse i blucerchiati in udienza privata, prima della partita di domani con la Fiorentina. «Ho voluto fortemente che il Santo Padre ci desse una benedizione importante, voglio trasmettere alla maglia più bella del mondo un senso di appartenenza e per questo motivo abbiamo avuto l’opportunità e la fortuna di poter portare la Sampdoria da Papa Francesco – le parole di Ferrero riportate da Firenzeviola . Già dovevamo andare qualche settimana fa in occasione del match con la Roma, ma poi per problemi di orario non siamo riusciti a incontrare il Pontefice. Se con il Papa abbiamo un alleato in più per domenica? Sua santità non è mai un nostro alleato, ma è un alleato del mondo per la positività e il benessere». SAMPDORIA, ROMEI: «SUL PAPA NON SI SCHERZA» – Di ben altro tono, meno leggere, invece le dichiarazioni dell’avvocato Antonio Romei, braccio destro di Ferrero, ai microfoni di un altro portale viola: «Se saremo avvantaggiati in campo dall’incontro col Papa? Beh, speriamo. Serve però massimo rispetto per le cose sacre, che non devono essere mischiate col profano. Siamo però onorati di poter essere ricevuti in udienza dal Pontefice».

Condividi