Giappone-Senegal 2-2, Mondiali 2018: risultato, highlights e tabellino

Giappone-Senegal: risultato, pagelle, highlights, tabellino, formazioni ufficiali e cronaca della partita dei Mondiali, gruppo H

Dopo aver vinto la prima gara, Giappone e Senegal pareggiano 2-2 e salgono a quota 4 punti in classifica, restando in testa al girone H. Nessun verdetto al momento: il passaggio del turno si deciderà all’ultima giornata. Alle 20 l’altra gara del gruppo Polonia-Colombia.

Giappone-Senegal 2-2: tabellino

GIAPPONE (4-2-3-1): Kawashima; Sakai, Yoshida, Shoji, Nagatomo; Hasebe, Shibasaki; Haraguchi (dal 31′ st Okazaki), Kagawa (dal 27′ st Honda), Inui (dal 42′ st Usami); Osako.

SENEGAL (4-3-3): Kh. Ndiaye (dal 38’st N’Doye); Wagué, Koulibaly, Sané, Sabaly; A. Ndiayedal (dal 20’st Kouyate) , P. A. Ndiaye, Gueye; Sarr, Niang )dal 41′ st N’Diouf), Mané.

Marcatori: 11’ pt Manè(S), 32′ pt Inui(G), 26′ st Wague(S) 33’ st Honda(G)

Note: Ammoniti Niang, Inui, Usami, N’Doye

Arbitro: Gianluca Rocchi

Le due sorprese del Gruppo H dei Mondiali, Giappone e Senegal, sono pronte a scendere in campo per la seconda giornata della kermesse russa. Alle 14 è andata in scena la partita tra Inghilterra e Panama (le due Nazionali non fanno parte del Gruppo H), una sfida senza storie e che ha visto gli inglesi travolgere i panamensi con il punteggio di 6-1, alle 17 la gara tra la nazionale giapponese e quella senegalese, mentre in serata l’altra sfida, già decisiva, del gruppo H, quella tra Colombia e Polonia. Il Gruppo H è un gruppo equilibrato che vede al comando Giappone e Senegal.

Le Nazionali di Nishino e Cissè si contendono il primo posto e giocano già per la qualificazione. Il Giappone scenderà in campo con il 4-2-3-1 con Kawashima tra i pali; Sakai, Yoshida, Shoji, Nagatomo in difesa; Hasebe, Shibasaki in mediana; Haraguchi, Kagawa, Inui alle spalle dell’unica punta Osako. Panchina per l’ex Milan Honda. Il Senegal risponde con un 4-3-3 che vedrà Ndiaye in porta; in difesa Sabaly, Koulibaly, Sané e Wague; P.A. Ndiaye, A. Ndiaye, Gana a comporre la cerniera di centrocampo mentre Ismaila, Niang, Mané proveranno a far male alla difesa giapponese.

Vantaggio del Senegal all’11’ minuto. Ottimo avvio della nazionale africana che ha trovato il vantaggio grazie a un doppio errore della difesa giapponese, in versione film horror: cross da destra, Haraguchi rinvia sui piedi di Sabaly che calcia in porta ma trova la respinta di Kawashima che con i pugni respinge centralmente, sui piedi di Manè che, ringrazia, e trova, in maniera fortunosa il gol del vantaggio. Al minuto 34 la reazione del Giappone: cambio gioco per Nagatomo, palla messa giù dall’ormai ex Inter in maniera fortunosa e che arriva a Inui che col destro supera il portiere senegalese e regala l’1-1 al Senegal. Il primo tempo è terminato con il punteggio di 1-1: in gol Manè per il Senegal e Inui per il Giappone.  Al 26′ della ripresa il Senegal trova nuovamente il vantaggio: a mettere il pallone in rete è il terzino destro Moussa Wague su assist di Niang. Immediata reazione del Giappone che fa 2-2 dopo soli 7 minuti di gara: a siglare il pareggio è una vecchia conoscenza del calcio italiano, Keisuke Honda. Il match termina 2-2: Giappone e Senegal salgono così a 4 punti e restano al momento al primo posto nel girone H. Alle 20 l’altra sfida del gruppo: Polonia-Colombia.