Torino, Mazzarri: «Siamo più rivelazione dell’Atalanta, ho fatto applaudire Bremer»

Nonostante il pareggio rimediato con la Juventus che limita le aspirazioni europee del Torino, Walter Mazzarri rivendica la buona prestazione dei suoi e incoraggia Gleison Bremer

Il pareggio rimediato ieri nel Derby della Mole contro la Juventus lascia un po’ l’amaro in bocca al Torino, che quasi fino alla fine aveva assaporato la possibile vittoria e l’incredibile rilancio verso la zona Champions League che avrebbe aperto spiragli insperati per il finale di stagione. Al termine della gara, in conferenza stampa, con un moto di orgoglio il tecnico granata Walter Mazzarri ha comunque rivendicato l’ottimo lavoro dei suoi finora: «Il pareggio un po’ mi brucia, perché ci avevamo fatto il pensiero. Rietrando negli spogliatoi ho visto i miei giocatori a testa bassa e gli ho spiegato che non c’era bisogno di questo atteggiamento, anzi dobbiamo solo essere contenti: siamo noi la rivelazione del campionato, più dell’Atalanta».

Una pacca sulla spalla metaforica invece per il difensore Gleison Bremer, semi-debuttante ieri contro la Juve e decisamente colpevole sul gol del pareggio di Cristiano Ronaldo: «Gli ho fatto tributare un applauso da tutto lo spogliatoio – rivela Mazzarri – . Da dieci mesi si allena con grande serietà e di fatto contro la Juve stasera ha debuttato: in uno stadio molto difficile, sembrava un veterano. Sarebbe stato perfetto se nell’ultima situazione situazione avesse mercato un po’ più da vicino Ronaldo, ma siamo stati puniti da un fenomeno».