Piatek si presenta: «Milan, voglio segnare in ogni partita. Posso giocare con Cutrone»

Piatek si presenta: «Milan, voglio segnare in ogni partita. Posso giocare con Cutrone»
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa di presentazione per Piatek. Il nuovo centravanti del Milan è stato presentato quest’oggi

Giornata di presentazione per Krzysztof Piatek, nuovo attaccante del Milan. Il centravanti rossonero ha parlato così in conferenza stampa: «Ho sempre creduto in me stesso e volevo dimostrare qualcosa di buono in Serie A. E’ importante per me segnare, sono un attaccante, è normale. Volevo salutare Boniek che è una persona importante per noi polacchi. E’ un piacere per me essere al Milan. Io sono un attaccante e voglio segnare in tutte le partite, voglio lavorare molto forte, poi vedremo cosa dirà il campo. Il telo del Milan a 12 anni? Non era photoshop, è una foto vera. Quando ero giovane ero fan del Milan ed è un mio sogno essere qui ed essere seduto accanto a queste leggende (Maldini e Leonardo, ndr)».

Prosegue Piatek: «Paura? Io sono nato pronto. Farò di tutto per portare il Milan in Champions League. Lotterò per il Milan e farò di tutto in campo per fare del mio meglio. Il Milan è un sogno per me. Ho sempre ammirato Maldini ed è un grande onore per me essere qui. Per me questo è un altro passo importante della mia carriera. Spero di riuscire a giocare bene con Cutrone, spero di fare tanti gol insieme a lui e spero che tutto andrà per il meglio. Ho visto il Milan, una volta contro la Sampdoria e ho visto una squadra ad alti livelli. Milik? E’ un ottimo giocatore, è in ottima forma. Se posso giocare con un altro centravanti accanto a me? Sì, non è un problema per me. Io sono sempre pronto, speriamo di vincere con il Napoli. Allenatori al Genoa? A Genova abbiamo cambiato tre allenatori, è stata una stagione turbolenta, ma questo è il calcio. Non è stato un problema per me cambiare allenatore. Cos’è cambiato in un anno? Io rimango focalizzato su me stesso e ora sarà fantastico giocare a San Siro ma tutto passa dal campo, io penso solo a quello e farò di tutto per fare il mio meglio e per segnare. La mia esultanza del pistolero? Quando segno sparo, mi è venuto spontaneo esultare così. Sogni? Vorrei giocare in Champions League».