Napoli, Ancelotti ci crede: «Rimonta difficile ma l’Arsenal non è impenetrabile»

Napoli, Ancelotti ci crede: «Rimonta difficile ma l’Arsenal non è impenetrabile»
© foto www.imagephotoagency.it

La sconfitta per 2-0 rende difficile la qualificazione del Napoli in semifinale, ma Ancelotti non si dà per vinto: «Abbiamo ancora chances»

La prestazione all’Emirates non è stata quella che tutti si attendevano, ma nonostante il pesante k.o per 2-0 a Londra, il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti crede ancora in una rimonta sull’Arsenal nella sfida di ritorno dei quarti di finale di Europa League al San Paolo. «Sono stato sorpreso, avevo chiesto di avere coraggio. Eravamo preoccupati e impauriti, e ci hanno castigato. – ha ammesso ai microfoni di “Sky Sport” il tecnico di Reggiolo – Poi rientrare in partita è stato complicato. Ora la rimonta è difficile, ma l’Arsenal non è impenetrabile, e fuori casa ha sempre preso gol. Noi giochiamo davanti ai nostri tifosi e la paura ci passerà. Abbiamo ancora delle chances».

«In parte comunque ci siamo riusciti a riprendere la gara, – ha proseguito Ancelotti – nel secondo tempo abbiamo iniziato a giocare meglio, creando occasioni abbastanza chiare. Un gol avrebbe reso più facile il recupero al ritorno. Abbiamo preso le misure. Il controllo del gioco c’è stato. Dobbiamo recuperare, quindi giocheremo ad alta intensità, con lucidità e senza frenesia. È molto difficile con questo risultato, ma non impossibile».

«Stasera – ha sottolineato Ancelotti – abbiamo sbagliato troppo. Di solito nell’uscita da dietro siamo precisi. Abbiamo pressato molto, poi nella ripresa abbiamo cambiato un po’ ed è andata meglio. È stato sorprendente vedere tanti errori». Infine sulla scelta di schierare dal 1′ Insigne con Mertens: «Non è una questione di giocatori, – ha chiarito il tecnico partenopeo – ma di forza offensiva che dovremo mettere nella partita e metteremo sicuramente».