Diego Costa stangato: 8 turni di stop per gli insulti all’arbitro contro il Barcellona

Diego Costa stangato: 8 turni di stop per gli insulti all’arbitro contro il Barcellona
© foto www.imagephotoagency.it

Punizione esemplare del Giudice Sportivo nei confronti di Diego Costa: 8 giornate di stop per aver insultato l’arbitro Jesus Gil Manzano

Pugno di ferro del Giudice Sportivo spagnolo nei confronti dell’attaccante dell’Atletico Madrid Diego Costa. La punta aveva pesantemente apostrofato l’arbitro del big match contro il Barcellona, Jesus Gil Manzano, con la frase: «Figlio di p*****a! Figlio di p*****a!». ed ora è arrivata una squalifica esemplare di ben 8 giornate di campionato. Diego Costa era stato espulso dopo 28′ di gara, lasciando i suoi in 10 uomini per oltre un’ora di gioco, con il Barcellona che si è imposto col risultato di 2-0.

Nella sentenza del Giudice sportivo, a motivazione della pesante sanzione, si sottolinea anche come «Diego Costa, già espulso e ancora sul terreno di gioco, abbia trattenuto lievemente per un braccio il direttore di gara». L’incontro in sede collegiale con l’Atletico Madrid e la presa di visione delle immagini ha smentito parzialmente quanto scritto dallo stesso arbitro nel referto, dove si sosteneva che la trattenuta fosse violenta e intendesse impedire l’estrazione di un doppio cartellino giallo per due suoi compagni di squadra.

Per questo il Giudice ha ritenuto «opportuno sanzionare il giocatore Diego Costa con 4 giornate di squalifica per insulti, offese verbali e atteggiamenti offensivi nei confronti dell’arbitro (art.94 del Codice di Giustizia sportiva spagnolo), e altre 4 giornate per lieve violenza nei confronti del direttore di gara (art.96 del Codice di Giustizia sportiva spagnolo)». Oltre alla squalifica, come pena accessoria, è stata comminata una multa di 2800 euro all’Atletico Madrid, e di 6010 euro allo stesso Diego Costa.