Non ditelo a Salvini: le giornaliste preferite dagli immigrati – VIDEO e FOTO

La classifica dei volti tv preferiti dagli immigrati in Italia: vincono tre giornaliste sportive. Paola Ferrari la più amata dagli extra-comunitari, quindi Diletta Leotta e Giorgia Rossi

Non ditelo a Matteo Salvini, ma pure gli immigrati hanno le loro preferenze in fatto di giornaliste sportive e – sopresa delle sorprese – non sono per nulle diverse rispetto a quelle degli italiani. Il dato emerge da una ricerca fatta su un campione di 550 utenti di entrambi i sessi tra i 20 e i 55 anni provenienti da paesi al di fuori dell’Unione Europea. Stando ai risultati, il volto televisivo favorito dagli extra-comunitari è quello di Paola Ferrari, che ha raccolto circa il 20% delle preferenze totali: la 58enne giornalista conduttrice degli speciali di Champions League in Rai piace sopratuttto per la propria esperienza, la spigliatezza e la capacità di eloquio. Del resto, già qualche mese fa – e un po’ a sorpresa – la Ferrari era balzata in cima alla classifica delle donne più apprezzate dagli italiani in tv per doti… naturali (leggi anche: LA CLASSIFICA DEI SENI PIÙ AMATI IN TV – FOTO).

Alle sue spalle, nemmeno a dirlo, l’onnipresente Diletta Leotta: la conduttrice di DAZN (si legge “Dasooon”) – che ha raccolto circa il 18,5% delle preferenze – piace per la simpatia ed una serie di altre doti fisiche piuttosto evidenti che del resto negli ultimi anni l’avevano già portata ad essere la reginetta del calcio in televisione. Immediatamente alle sue spalle, sul gradino più basso del podio, tra le giornaliste tv (e quasi tutte sportive) più amate dagli immigrati, figura la bellissima Giorgia Rossi, volto di Mediaset e padrona di casa degli ultimi Mondiali, che ha raccolto il 15% dei voti: particolarmente apprezzate in lei la competenza e la naturalezza nell’esporre concetti calcisticamente meno masticabili. Insomma: alla fine anche per gli extra-comunitari i gusti son gusti e non c’è assai da dibattere. A Salvini qualcuno adesso dovrebbe riferirlo: prima gli italiani? No, prima le italiane. Però solo alcune…